LAVORO. Lavoro per tutti. Lavoro dignitoso.

Un governo di scopo. Un governo istituzionale. Un governo nominato. Tutti quanti, nessuno escluso, stanno facendo 'ammuina' per allungare il brodo della legislatura e non andare ad elezioni anticipate almeno fino al 15 settembre 2017, quando la maggioranza dei parlamentari avrà varcato la fatidica soglia dei 4 anni, 6 mesi e 1 giorno per assicurarsi il vitalizio! Siamo alle solite. La politica e le istituzioni pensano unicamente ai propri interessi,
mettendo in coda il bene comune, e restano impietosamente lontano anni luce dalle esigenze reali dei cittadini. Pagare il mutuo o l’affitto con tutte le spese annesse e connesse alla casa, a fronte di salari ridicoli rispetto al costo della vita, questo è il problema contingente. Questo il messaggio che gli elettori, domenica 4 dicembre, hanno lanciato alla politica dicendo “NO” alla mala-gestione del Paese e all’ignoranza dei politici nei riguardi delle sofferenze di una popolazione che non ce la fa più a tirare avanti. LAVORO, chiedono gli italiani. LAVORO per tutti. LAVORO dignitoso. Tutto il resto è noia. Uno show visto e rivisto. Politica di basso profilo.

Commenti

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Mille euro per tutti!?

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!