Roma caput mundi, sine imperio!

Roma capitale del mondo, senza un governo! Eppure, quando si sono candidati al governo della Capitale, sapevano che avrebbero vinto di sicuro le elezioni comunali e che quello che li aspettava non era certo un compito facile, tutt’altro! E sapevano, pure, che Roma poteva essere il loro trampolino di lancio per salire fino a Palazzo Chigi oppure il loro funerale per ritornare nel nulla dal quale sono venuti. Insomma, o Roma o morte! E così è stato.
La maggioranza dei romani, disgustata dalle precedenti amministrazioni, gli ha dato pieno mandato e totale fiducia. Purtroppo loro, molto più bravi a demolire e a mandare a ‘Vaff’ l’avversario di turno, non si stanno dimostrando all’altezza di governare una grande città come Roma. Così gli capita di stare ancora alle prese con una giunta comunale che non riesce mai ad essere completa e operativa al cento per cento e proprio oggi la prima ‘manovra’, quella economica, del governo Raggi è andata rovinosamente a schiantarsi conto il muro dell'Oref, Organo di revisione economico-finanziaria del Campidoglio, che ha pesantemente bocciato il bilancio previsionale della Capitale: “Conti sbagliati.”! Rischia così di naufragare non solo Roma, ma pure il grande sogno a 5stelle che aveva fatto pregustare agli italiani il sapore della riscossa, la rivincita dei più deboli ed indigenti, la sconfitta della ‘casta’, la speranza di riportare trasparenza, onestà e legalità all’interno delle istituzioni. Si sono presentati a Montecitorio con in mano l'“apriscatole” per scoperchiare le nefandezze e le corruttele del ‘sistema’, ma hanno lasciato a casa la “cazzuola” per ricostruire il Paese!

9 commenti:

  1. Una percezione, pur non essendo un elettore 5 stelle, mi sorge un dubbio. Pur assecondando coloro che assumono che il sindaco Raggi sia stata almeno ingenua nel selezionare le sue prime linee, mi chiedo come é possibile che in 5 mesi la giunta abbia subito indagini attacchi di ogni genere, statisticamente in numero superiore a tutte le giunte precedenti. Il punto é da meditare, ricordando peraltro che le divisioni indeboliscono.

    RispondiElimina
  2. Beppe Sala "santo subito" e Virginia Raggi strega da bruciare?
    Ma siamo sicuri che le mosse della magistratura negli ultimi giorni a Roma come a Milano abbiano non dico un coordinamento ma anche solo un segno comune?

    RispondiElimina
  3. La tripla A di Virginia Raggi: arrogante, ambiziosa, arrivista!

    Il danno che costei sta provocando all'immagine del M5S è gravissimo. Non capisco come mai il MoVimento non le abbia ancora tolto la fiducia. Per quanto mi riguarda, fin dai suoi primi interventi in campagna elettorale, non mi aspettavo niente di buono. Ma non avrei immaginato tanto....

    RispondiElimina
  4. Buongiorno, in quanto sostenitore dei 5 stelle, chiedo ufficialmente la destituzione pubblica della sindaca in quanto non ha soddisfatto nessun punto del programma che si era prefissata ed ha disilluso milioni di sostenitori. Questo ha portato ad un danno all'immagine del Movimento ed ha infangato la reputazione, diminuendo le probabilità di vincere ad una prossima imminente elezione. Cordiali saluti, Anton.

    RispondiElimina
  5. Chi di spada colpisce, di spada perisce. Il detto viene in mente a guardare Virginia Raggi, oggi sindaco di Roma, ancora seduta sui banchi dell'opposizione bacchettare il Pd perché non segue le indicazioni dell'Oref.
    È notizia di ieri la bocciatura dell'Organo di Revisione Economico-Finanziaria del bilancio previsionale messo a punto dalla giunta Raggi con queste parole: "L'Oref ritiene non sufficienti gli spazi di finanza pubblica necessari al rispetto dell'equilibrio finanziario in relazione alle necessità che potrebbero rivelarsi rispetto al riconoscimento dei debiti fuori bilancio, alle passività potenziali comunque presenti e a tutte le criticità evidenziate nel presente parere ed esprime parere non favorevole, sulla proposta di approvazione del bilancio di previsione 2017-2019 e relativi allegati

    Ovviamente dalle parti del M5S non l'hanno presa molto bene. E hanno cercato di minimizzare. Ma se i politici (pure quelli che fingono di non esserlo) dimenticano, la Rete non perdona. E così spunta dal web un vecchio video della Raggi (guarda il video) in cui, dai banchi dell'opposizione, attacca l'allora sindaco Ignazio Marino accusandolo di non voler dare ascolto all'Oref. "Farebbe meglio ascoltare le riserve e le eccezioni formulate dall’Oref - diceva Virginia - e correggere un po’ il tiro: cosa che non fate mai”. Poi, precisa, ricordava: “Oref che, vi ricordo, è l’organo di revisione economico finanziaria del comune. Un organo indipendente, che quindi noi dovremmo ascoltare molto attentamente". A pubblicare il video intitolato "Virginia Raggi asfalta la maggioranza sul buco da 853 milioni" fu Marcello De Vito, ora diventato presidente dell'assemblea capitolina.

    Riascoltando queste parole la Raggi non potrà che seguire il suo stesso consiglio: ascoltare l'Oref, il cui presidente ha definito i grillini "inesperti e ingenui".

    RispondiElimina
  6. Quirinale: in mezzo alla quintessenza dei resti della storia d'Italia si aggira il sindaco di Roma capitale. In "mezzo" a pacche sulle spalle, discorsini di sottocchio, puntini sulle i vietati oppure troppi, pancette tonde al mercato nel tempio della democrazia.
    Dove, pacatamente svenduta la sovranità, restano espressioni sempre più vuote e disorientanti.
    Virginia Raggi non è ignorata complottisticamente, ma invisibile: come i cittadini a questo potere sempre più inconsapevole delle sue responsabilità.
    Un potere irresponsabile non può organizzare dei veri complotti ma sopravvivere soltanto a se stesso. Come tanti pezzi di un grosso verme che non si vede il culo da una vita intera, un verme solitario, che abita la pancia di questo Paese sempre con gli stessi segmenti: Napolitano & Sons, pallidi -sebbene straviziati nel resort di Montecitorio- e ciechi ai cittadini che neppure si sognano di rappresentare o sognare.
    Un nugolo di parassiti che aspetta un treno di regalie prenatalizie, lei sembra quello che immagino nei miei incubi peggiori: non essere visto. Non puoi mica andare tutti i giorni dal concessionario travestito da cliente della Lamborghini per avere l'impressione di essere ascoltato! Ma cosa deve fare un cittadino al di sotto di ogni sovranità?!?!
    Lasciarsi deridere da dei deretani? No Olimpiadi No Happy Hours? Come funziona questa democrazia di soffitta? Funziona così, come la vedete, se ti ci ha mandato il popolo sei Truman: ti guardano sperando che ti faccia male.
    I Malagò sono i filosofi di quella nebbia umana nella quale si sentirebbe disperso pure Cristoforo Colombo. Virginia sta lì... in mezzo a quei monelli invecchiati male che la fissano per un attimo, come un barbone alla prima della scala: "oh poverina... meglio a lei che a me". Fosse soltanto per lei mi limiterei a considerarlo un episodio di maleducazione collettiva: purtroppo è la fotografia esatta di come la casta vede i cittadini.

    RispondiElimina
  7. E' arrivata l'ora della votazione online sul "caso Raggi"!

    Abbiamo sostenuto, fino ad ora, che la Raggi dovesse rimanere al suo posto. Non possiamo, però, farci trovare "impreparati", qualora si concretizzassero le notizie su presunti avvisi di garanzia in capo alla medesima. In tal caso, dobbiamo avere le idee chiare, e per averle, dobbiamo aver dibattuto e VOTATO sul come procedere: sospensione dal M5S come per Pizzarotti (la cui sospensione abbiamo sostenuto fieramente a suo tempo) o no? Che ne pensate? Perdere Roma o perdere noi stessi?

    RispondiElimina
  8. Scusatemi, ma io non riesco a non pensare e ragionare su quello che sta accadendo a Roma. Allora, Virginia sta dando una serie di problemi al Movimenro. Quando lessi quest' estate le sue"nomine", essendo di Roma, e conoscendo i personaggi, dissi: ma questa ci e' o ci fa?! E pensai a tre possibilita': o e' completamente inesperta e/o scema, o ha utilizzato il Movimento per arrivare fino a qui enpoi fare di testa sua, agendo, contrariamente ad ogni principio del Movimenro, oppure e' ricattata. Ad oggi credo di rispondere con la seconda opzione. Quello che non capisco e' perche' i "vertici" del Movimento, che oggettivamente vedevano e sapevano, non hanno fermato questo scempio?! Perche' hanno protetto ed assecondato la Raggi?! Non sarebbe stato meglio prendere fin da subito la situazione in mano e dire "a bella se tu vuoi cura' i tuoi interessi noi ti lasciamo", sarebbe stato molto piu' in linea con i principi del Movimento.

    RispondiElimina
  9. Sbagliare è umano.... Perseverare è Diabolico (Virginia)!
    Buongiorno a tutti, devo dire che sono abbastanza sorpreso delle ultime novità o (magagne) del comune di Roma non nascondendo anche di essere arrabbiato con Sindaco Raggi e tutta la giunta....Il caso Marra e fratello,ha scosso l'intero movomento oltre che creare un'accanimento politico da tutti i fronti e sotto ogni punto di vista....Allora dico io da elettore affezionato e amante del M5S: " Cara Virginia,completa i lavori di bilanci e fai un passo indietro deciso". Per il bene e la credibilità del M5S è meglio cosí... È stato fatto un'enorme sbaglio ed è giusto pagare con le dimissioni... La cattiva politica fatta da "segreti" e " porcherie" lasciatela fare al PD o al Centro Destra.... Il movimento è fatto di regole e principi da rispettare sempre...

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)