mercoledì 11 gennaio 2017

Jobs Act, la Consulta boccia il referendum sull'articolo 18!

Il referendum sull'Articolo 18 non si farà. Inutile il tentativo disperato di chiudere i cancelli della stalla quando ormai i buoi sono scappati via! L'Articolo 18 andava difeso, garantito ed esteso a tutti i lavoratori, fin da subito! Ma ormai è troppo tardi, Renzi ci ha fregati...
Non sono bastate tre milioni di firme raccolte dalla Cgil. Quindi niente da fare per il quesito che proponeva la cancellazione delle norme del Jobs act in materia di licenziamenti illegittimi, che prevedono il pagamento di un indennizzo invece del reintegro sul posto di lavoro. Il referendum sull'art. 18 non si farà: la Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile il quesito. Una sentenza politica che strizza l'occhio ai poteri forti e al governo come quando bocciò la richiesta di una consultazione popolare sulla legge Fornero. Il referendum proposto dalla Cgil puntava ad abrogare le modifiche apportate dal Jobs Act allo Statuto dei lavoratori e a reintrodurre i limiti per i licenziamenti senza giusta causa. Via libera, invece, al secondo quesito sull'abolizione dei voucher, i buoni lavoro da 10 euro l'ora per le prestazioni occasionali, che il Jobs Act ha esteso ai redditi fino a 7mila euro. Infine, viene ammesso dai giudici costituzionali anche il terzo quesito che riguarda il settore degli appalti e che vuole reintrodurre la responsabilità in solido tra appaltante e appaltatore, senza deroghe A questo punto non ci resta che attendere la decisione della Consulta sull'Italicum e poi andare a votare.

2 commenti:

  1. matteo salvini11 gennaio, 2017

    Dalla Consulta sentenza politica, gradita ai poteri forti e al governo come quando bocciò il referendum sulla legge Fornero. Temendo una simile scelta anche sulla legge elettorale il prossimo 24 gennaio, preannunciamo un presidio a oltranza per il voto e la democrazia sotto la sede della Consulta a partire da domenica 22 gennaio"

    RispondiElimina
  2. Il Governo aveva il terrore di affrontare un’altra tornata rederendaria, e questa volta gli è andata bene

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)