La vitamina C uccide i tumori, ma non va assunta per via orale!

Da sempre la vitamina C è sempre stato considerato un potente anti-cancro ma il suo utilizzo fino ad oggi si è dimostrato meno efficace del previsto. Le cause, ha annunciato un gruppo di ricercatori della University of Iowa, vanno ricercate nella procedura di utilizzo ritenuta a questo punto inadeguata. La maggior parte delle terapie con la vitamina C si basano sulla somministrazione orale, ma gli scienziati, dopo una lunga sperimentazione, hanno accertato che per avere effetto si deve prediligere l’endovena.
Soltanto in questo modo, bypassando le normali vie del metabolismo intestinale e dunque anche l’escrezione, è possibile ottenere dei livelli ematici compresi tra 100 e 500 volte superiori a quelli osservabili con la somministrazione orale. Questa super-concentrazione, evidenzia il responsabile del team, il professor Garry Buettner, è fondamentale se si vuole che la vitamina C attacchi le cellule tumorali.

Commenti

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Mille euro per tutti!?

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!