TREMA IL CENTRO ITALIA!

Ore 10:25. Nuova scossa di terremoto. Avvertita anche a Roma. Terribile come sempre. Finestre e muri che 'scricchiolano', lampadari che ondeggiano, la testa che gira. Terribile! E il pensiero corre sempre alle zone terremotate, speriamo bene! ANSA. Una forte scossa di terremoto è stata avvertita intorno alle 10.25 in centro Italia. La scossa è stata sentita nel Lazio, in Abruzzo e nelle Marche ed è stata avvertita anche a Roma. 
La scossa di terremoto registrata intorno alle 10.25 in centro Italia avrebbe avuto, una magnitudo di 5,3, secondo le prime stime dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). Il sisma è avvenuto tra L'Aquila e Rieti.
Ore 11:15. Seconda terribile, interminabile, scossa. Una nuova forte scossa di terremoto delle 11.14 è stata avvertita in tutta l'Italia Centrale. La terra ha tremato per diversi secondi anche a Roma. In precedenza, alle 10.25, c'era stata un'altra scossa di magnitudo 5.3. Il sisma è avvenuto tra L'Aquila e Rieti, nella zona di Montereale (AQ), l'pcicentro è a una profondità di 9 chilometri. Gli altri comuni vicini (entro 10 chilometri) sono Capitignano, Campotosto, Amatrice e Cagnano Amiterno. La scossa è stata sentita nel Lazio, in Abruzzo e nelle Marche ed è stata avvertita anche a Roma. Rispetto ai capoluoghi e alla capitale, la scossa è avvenuta 28 chilometri a sud-ovest di Ascoli Piceno, 36 chilometri a nord dell'Aquila e 111 chilometri a nord-est della Capitale.
Ore 11:26. Terza scossa. Una terza forte scossa di terremoto alle 11.26 è stata avvertita in tutta l'Italia Centrale, la magnitudo è 5.6. Tre scosse in un'ora. Una forte scossa di terremoto è stata percepita a Roma, nitidamente anche a Frosinone e fino a Firenze alle ore 10.25. L'epicentro è stato registrato nel Centro Italia, già flagellato dalla neve di questi giorni, e più precisamente nella zona di Montereale. La magnitudo è di 5.3. Una seconda forte scossa registrata alle 11.15, e ancora una terza pochi minuti dopo, alle 11.26, con magnitudo 5.4. Rispetto ai capoluoghi e a Roma, la scossa di terremoto delle 10.25 di oggi è avvenuta 28 chilometri a sud-ovest di Ascoli Piceno, 36 chilometri a nord dell'Aquila e 111 chilometri a nord-est della Capitale. Il terremoto avvenuto nell'aquilano è stato generato dallo stesso sistema di faglie che si è attivato il 24 agosto. È quanto emerge dalle prime analisi degli esperti al lavoro nella sala sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica Vulcanologia (Ingv). "È lo stesso sistema di faglie attivato il 24 agosto, ma a generare il terremoto di oggi è un segmento diverso", riferiscono i sismologi dell'Ingv.
Nelle zone terremotate, nei comuni di Amatrice e Accumoli, si sono verificati alcuni crolli, come nel caso di un cornicione della Scuola Alberghiera di Amatrice che ha ceduto in seguito alla scossa. I Vigili del Fuoco stanno compiendo ulteriori verifiche ad Amatrice e Accumoli, rese complesse dalla presenza di molta neve. Gli studenti di diverse scuole di Rieti sono stati fatti uscire precauzionalmente, come previsto dai piani di sicurezza.
PAURA A ROMA. A Roma, dopo le ripetute scosse di terremoto avvertite distintamente anche nella capitale, tante le segnalazioni e richieste di informazioni giunte al numero unico di emergenza 112. Le scosse sono state sentite principalmente ai piani alti di palazzi in vari quartieri della Capitale: da Tiburtina, a Monteverde, dalla Prenestina all'Eur e anche nel centro storico. Atac sta facendo evacuare la metropolitana sia la linea A che la linea B. Scuole evacuate. "Chi può venga a prendere i bambini a scuola". Da diverse scuole di Roma stanno partendo le chiamate ai genitori dopo le tre forti scosse di terremoto avvertite nettamente anche nella Capitale. La gente impaurita è scesa in strada.

Commenti

matteo salvini ha detto…
LA TERRA CONTINUA A TREMARE Ancora terremoto. Salvini: altro che "migranti", il governo aiuti questi italiani!
matteo salvini ha detto…
Continue scosse di #terremoto in Centro Italia, neve e gelo. Altro che "migranti", che il governo aiuti subito questi italiani!

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Mille euro per tutti!?

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!