Casino Capitale.

Certo, i romani che nel 2016 hanno votato 5stelle per il Comune di Roma si aspettavano - non da subito, perché nessuno ha la bacchetta magica, ma in questo 2017, sì - che almeno le buche stradali fossero chiuse, i cassonetti dell’immondizia svuotati regolarmente e il trasporto pubblico, non diciamo efficientato, ma quantomeno migliorato. Invece, niente di tutto questo, ma tanto altro. E senza volerci addentrare nei fatti e fattacci di questa legislatura capitolina,
che ci rattristano e che sanno tanto di prima repubblica, assistiamo muti e rassegnati al grande "Casino Capitale"! D’altra parte se il primo cittadino di Roma viene sottoposto dalla Procura ad un interrogatorio fiume di otto ore, poi trovare il tempo e la testa giusta per risolvere i problemi dei cittadini diventa un problema. Un problema che andrebbe risolto in fretta.

26 commenti:

  1. Dallo stato maggiore del Movimento non arrivano commenti: si attende e si "reclama" una presa di posizione ufficiale sul blog che tuttavia non arriverà almeno sino a quando la Raggi non potrà chiarire, finito il lunghissimo interrogatorio. La pagina Fb della sindaca è bombardata da commenti, sia in difesa sia in attacco della Raggi: "Ormai siamo al capolinea", "Resisti", "Dimettiti", "Non mollare!" la sintesi degli interventi. Intanto telegiornali e trasmissioni di approfondimento continuano a esaltare la notizia dell'interrogatorio, sempre più lungo neanche fossimo alle prese con pericolosi criminali, mentre ci si chiede chi dalla procura abbia fatto filtrare la notizia della 'Polizza Rome', nuovo filone di indagine, visto che almeno un paio di giornali l'hanno data contemporaneamente.

    RispondiElimina
  2. non esiste tregua per questa città, siamo in guerra

    RispondiElimina
  3. concordo con il post. non voglio entrare nel merito dei loro intrighi, ma mi sembra che anche questi dei 5stelle non sono poi così migliori dei loro predecessori. ROMA VA COMMISSARIATA, PUNTO E BASTA!

    RispondiElimina
  4. 5stelle o 7lune sono tutti uguali e quando vanno al potere non riesci più a distinguere gli uni dagli altri!

    RispondiElimina
  5. mi pento di aver votato 5stelle... ma adesso come la mettiamo: qui salta tuttooooooo

    RispondiElimina
  6. errare è umano perseverare è... pentastellato! Dimissioni subito della Sindaca e nuova giunta comunale, prima che sia troppo tardi!

    RispondiElimina
  7. Ma almeno questi sono onesti, se non altro perchè non sanno fare niente e e nemmeno rubare!!!!

    RispondiElimina
  8. che tristezza, la città più bella del mondo che non riesce ad uscire dal fango! non ci resta che piangere!

    RispondiElimina
  9. 5stelle tutta la vita, al di là della barricata non c'è nessuno. 5stelle il meno peggio

    RispondiElimina
  10. mal comune, o meglio male in Comune di Roma, mezzo gaudio per un intero Paese corrotto e affamato dai furti e dalle rapine dei nostri cari governanti

    RispondiElimina
  11. il peggior sindaco d'italia di tutta la storia della repubblica. Complimenti, Virgy... hai vinto un peluche!

    RispondiElimina
  12. Non conosco Raggi e non sono grillino. Prima di ogni altra cosa, attenderei il lavoro della magistratura.

    RispondiElimina
  13. ma come e' che tutti questi soggetti hanno o ricevono cose a loro insaputa?

    RispondiElimina
  14. Potrebbe anche esser stata incastrata, considerate le su scarse doti...

    RispondiElimina
  15. Questa non sa niente della polizza, Scajola non sa niente di chi ha pagato l'alloggio, Fini non sapeva niente della casa di Montecarlo ecc ecc . Che cazzo di gente!!!!!

    RispondiElimina
  16. Adesso ci spiegheranno, i grillini, che è tutta una montatura, un complotto dei poteri forti, l'ultima bufala della stampa di regime. Ma, come si dice, carta canta. E la carta in questione è di quelle pesanti: una polizza vita da trentamila euro sottoscritta da Salvatore Romeo a favore del sindaco di Roma Virginia Raggi. Chi è Salvatore Romeo? È quel funzionario comunale che la sindaca nominò capo della sua segreteria triplicandone lo stipendio, ma non solo. È l'uomo immortalato dai paparazzi a parlottare col sindaco appollaiati entrambi sui tetti del Campidoglio, lontano da orecchie indiscrete e da possibili microspie.

    Non si è mai capito quali segreti inconfessabili i due avessero da scambiarsi in sicurezza al punto da scegliere un luogo tanto insolito. Quella polizza e ciò che sottintende - è una prima possibile risposta, ma ancora non basta. Perché sulla vicenda romana i grillini non l'hanno mai raccontata giusta, e non solo su quella. Ma stiamo alla polizza, più o meno l'equivalente della «casa a mia insaputa» dell'allora ministro Scajola. Mi spiace per l'avvocato della Raggi, Marco Travaglio, in tour permanente per difendere la rettitudine della sindaca: se è stato un gesto di amore, è stato ricambiato con soldi pubblici; se è stato un trabocchetto, fessa lei che ci è caduta; se è stata una tangente postdatata ipotesi più probabile parliamo di reato di una certa rilevanza.

    Per la Raggi non vedo un grande futuro, politicamente è morta, giudiziariamente vedremo. E dire che non si può parlare di un «incidente di percorso» del partito degli autoproclamati onesti. Virginia Raggi è stata in tutti questi mesi di intrighi e pasticci, di arresti e avvisi di garanzia a gogò, difesa da Beppe Grillo e dai maggiorenti del movimento nonostante fosse evidente a tutti, Travaglio a parte, il marcio che aveva prima generato e poi avvolto la sindaca fenomeno. Ciò nonostante non mi illudo in un crollo dei consensi per i Cinquestelle. E mi spiace che a smascherarli sia la magistratura e non la politica. Per abbassare le arie a questi tromboni un po' imbroglioni servirebbero meno tasse e più spazzaneve. Non più pm.

    RispondiElimina
  17. La Raggi? La nuova Ambra Angiolini.

    RispondiElimina
  18. Cari romani, avete votato la Raggi e ora ve la tenete!

    RispondiElimina
  19. virginia e romeo la tragedia:
    -romeo romeo sei tu il mio romeo?
    -si sono io....ti ho intestato una polizza.....sono pochi euro quasi una miseria in cambio ai guai che ti posso far passare....perchè ti voglio bene pensa se ti volevo male.

    RispondiElimina
  20. Una storia da quattro soldi, amore e politica. Così il vigile urbano Romeo diventa padrone della Capitale. Le polizze oggetto dello scandalo ammontano a somme modeste ma forse interessanti in un mondo povero e un po’ sgangherato come i 5 stelle romani, gente dalle attività lavorative non straordinarie.

    RispondiElimina
  21. Raggi parlerà. Le ultime indiscrezioni che trapelano dal Campidoglio dicono che il sindaco di Roma finito di nuovo sotto assedio per il caso delle polizze vita stipulate in suo favore da Salvatore Romeo andrà ospite della trasmisisone "Bersaglio mobile", su La7, condotta da Chicco Mentana e in onda stasera. E proprio per preparare la prima cittadina all'intervista, che verrà registrata questo pomeriggio, a Roma è arrivato nientepopodimenoche ROCCO CASALINO - EX GRANDE FRATELLO, il capo della comunicazione M5S, vicinissimo a Grillo e Casaleggio: INSOMMA SIAMO A CAVALLO!!!!

    RispondiElimina
  22. Dice che non vuole dimettersi, Virginia Raggi, travolta dall'indagine e dall'assicurazione sulla vita della quale Salvatore Romeo l'avrebbe nominata beneficiaria. Una polizza di cui, afferma, "non sapevo niente" e che per i magistrati non è uno strumento di corruzione. L'ex capo di segreteria (si è dimesso lo scorso 17 dicembre), insomma, la avrebbe stipulata senza dirle nulle (eppure, putacaso, poco dopo sarebbe arrivata la nomina in Campidoglio). Ma ora, a rendere ancor più torbidi e inquietanti i contorni della vicenda, ci si mette quanto riporta Il Fatto Quotidiano (che, insieme a L'Espresso, è stato poche ore fa il primo a dare la notizia della Polizza): secondo quanto si apprende, Romeo avrebbe scritto "relazione sentimentale" nella clausola dell'assicurazione "a sua insaputa".

    Quest'ultima notizia, se confermata, porrebbe l'intera vicenda sotto una luce diversa. Fermo restando la presunta buona fede della Raggi, dietro alle sue scelte sarebbe semplice ipotizzare che ci siano ragioni differenti rispetto a quelle politiche. Si ricorda che Romeo era dipendente comunale, diventato poi capo della segreteria politica della Raggi nel luglio 2016, con relativo aumento di stipendio (triplicato). Inoltre, si apprende che Romeo avrebbe intestato alla Raggi due assicurazioni (sette, in totale, i beneficiari). Da par suo, nel corso dell'interrogatorio avvenuto ieri, alla lettura della causale la Raggi si sarebbe messa a ridere affermando che la "relazione sentimentale" fosse completamente falsa.

    RispondiElimina
  23. Se c'è dietro qualcosa di losco alla Raggi va l'oscar della stupidità. Difficile che Grillo continui a sostenerla. E' il M5S che deve decidere. Ma chi è davvero la Raggi? Quando lo capiremo tutto sarà più chiaro. Con lei hanno assunto dei ruoli nel comune dei signori che non avevano una idea di politica simile a quella di Lombardi, Taverna e altri.

    RispondiElimina
  24. Ventrone Antonio05 febbraio, 2017

    Virginia Raggi

    Dar primo giorno dopo l'elezzione,
    l'hanno accerchiata dandoje er tormento,
    io ciò 'n idea de tutta a situazzione,
    s'è messa contro quelli der cemento.

    Sò entrati prepotenti ner privato,
    vorebbero costrignela a la resa.
    Quarcuno ha fatto i conti e s'è sbajato,
    l'ho vista stanca e quarche vorta tesa.

    E' stata troppo ingenua davvero
    ha fatto quarche erore e chiesto scusa,
    quello che dice sò ch'è tutto vero
    da oggi l'hanno messa sotto accusa.

    Le cose, certo stanno messe male
    pe quelli che se sò arubbati tutto,
    er tempo passa e la pressione sale,
    quello che c'era prima sarà distrutto.

    Giornali e giornalisti de regime
    palazzinari, burocrati e banchieri
    nun tornano li conti co le stime
    se sò incazzati pure l'ingenieri

    Virginia è onesta e pure preparata
    er popolo ha capito, de chi fidasse
    sippure tutti l'antri, sò in parata
    faremo tornà i sordi ne le casse.

    Fate attenzione quindi "brava" gente
    er Sinnaco de roma nun se tocca
    er popolo ha votato e nun se pente.
    In verità ve dico: "puliteve la bocca".

    RispondiElimina
  25. Cara Virginia, ti scrivo pubblicamente,

    sfugge alla memoria quando e se ci siano precedenti! La polizza vita come strumento corruttivo è una fantasia malata, non un reato. La verità... che cosa è? In questo momento un coriandolo dentro un oceano diffamatorio. La verità è una carica pubblica presa d'assalto da televisioni con la bava alla bocca, messa alla berlina, diffamata ed insultata. Le polizze vita come strumento di corruzione? Ai "giornalisti" sarebbe bastato chiamare un assicuratore per farsi spiegare come funzionano quelle benedette polizze: è il minimo che si chieda a chi fa informazione, essere informato! Parlano di "fonti", a me viene in mente soltanto la loro immaginazione spiccia messa presto a tacere dalla Procura. E ancora: ti saresti fidata di persone sbagliate oppure sei il genio del male? A leggere i giornali entrambe le cose: non è credibile il "genio del male fesso".

    Cara Virginia, non deve essere facile ammettere i propri errori come tu hai avuto il coraggio di fare pubblicamente. Anche per questo hai la mia stima. Ora è chiara una cosa: hai contro tutti quelli che era possibile immaginare e ben oltre: anche persone in carne ed ossa su cui occorrebbe poter contare. L'uomo è una creatura agrodolce ed imprevedibile, ma le idee sono come pietre, non cambiano forma a seconda della stagione e delle circostanze. In qualità di garante del MoVimento 5 Stelle sono con te. Ad ogni attacco nei tuoi confronti sui giornali, per ogni insulto sessista degli ominicchi dei partiti, diffamazione sui media e cattiveria che giunge alle mie orecchie la mia stima ed il mio sostegno si fanno più forti. Leggi i commenti di questi giorni sulla tua pagina Facebook: ti faranno bene al cuore, perché non esiste "la Rete che semina odio" oppure "la base del MoVimento in subbuglio". Esiste solo caos ad personam, che non può disorientarci. Neppure una tempesta di invenzioni potrà mai sostituire la verità giudiziaria, figuriamoci anticiparla. E io vedo soltanto una marea di invenzioni, non ho il dono dell'invisibilità per entrare in procura a sentire quello che si dice e addirittura si pensa.

    Roma ha bisogno del MoVimento 5 Stelle e ha scelto te per attuare il cambiamento che abbiamo proposto. Chi sta con te, sta con il MoVimento. E viceversa. Sapevamo che non sarebbe stato facile, una reazione forte era prevedibile. Forse non così massificata e copia-incolla (uno tira l'atro). In ogni caso non ci fermiamo. Il Sistema ha paura di noi. Soltanto con lo stop alle olimpiadi del mattone hai salvato la città da un fallimento certo, basta vedere cosa è successo in Brasile. La scorsa settimana la prima grande vittoria dell'approvazione del bilancio preventivo in tempi da record per Roma e per l'Italia. La prossima settimana darai il via al piano buche, per la prima volta con degli appalti seri. Fatti che spaventano la malapolitica e che la diffamazione non può cancellare! E così continueremo fino al 2021 per ricostituire la nostra Capitale e riportare i cittadini romani al governo della loro città.

    Approfitto di questa occasione anche per annunciare che a breve gli iscritti del MoVimento 5 Stelle a Roma avranno a disposizione su Rousseau un nuovo strumento di democrazia diretta, che consentirà loro di fare delle proposte per la città che poi saranno portate in Consiglio comunale dai portavoce eletti. Funzionerà grossomodo come Lex Iscritti e contribuirà ad aprire ai cittadini le porte del Campidoglio.

    La rotta è tracciata, il mare è in tempesta, le parole non ci potranno fermare.

    Con affetto,

    Beppe

    RispondiElimina
  26. Sono un uomo molto sfortunato: mai nessuno che, a mia insaputa, mi paghi il mutuo, anche una sola rata, mai uno che mi abbia beneficiario di una polizza vita, mai uno che mi metta una busta piena di soldi sotto la fessura della porta… Certe fortune capitano solo agli altri. Ma, bando alle tristezze, e veniamo al merito.

    Che Romeo abbia fatto una polizza vita a favore della Raggi e di altri attivisti romani del M5s, senza informarne i beneficiari, è tecnicamente possibile, ma che senso ha?

    Sembra (stando ai giornali) che Romeo avrebbe dichiarato come causale il fatto di aver avuto una relazione con la Raggi (così come aveva fatto con una sua ex fidanzata), poi avrebbe smentito parlando di stima. Ma che strano modo di esternare la stima e, soprattutto, che c’entrano gli altri attivisti del M5s? Ha avuto relazioni o stima anche con loro? E a me nessuno mi stima? Ma che modi!

    Dunque, tutto lascia pensare che, pur se il contratto non prevedeva la controfirma della beneficiaria, l’interessata ne fosse perfettamente al corrente, anche se non ci sono prove di ciò. Lei ha smentito così come ha detto tante altre cose poi rivelatesi non proprio vere (a proposito: siamo sicuri che si chiami davvero Raggi? Mha!?).

    La prima spiegazione di questo attacco inconsulto di generosità sarebbe uno scambio: Romeo dà, in questa forma, una certa somma alla Raggi per avere la nomina poi avuta e recuperare lautamente la cifra investita. Ma perché con una polizza vita? In effetti, ci sono polizze vita che, in realtà, non sono tali, ma che, dopo un po’ di anni, sono riscattabili ed hanno il vantaggio di una minore imposizione fiscale e, soprattutto, minori controlli. Per cui, dopo un periodo fissato contrattualmente, vengono riscattate e producono liquidità. A quel punto la cifra, maggiorata dagli interessi, può essere riscossa e versata al beneficiario.

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)