martedì 7 febbraio 2017

Produttività, parlamentari all'indice.

di Marta Di Nicola. La maggior parte dei gruppi parlamentari della Camera dei deputati ha una percentuale elevata di membri che producono meno della media. Non va meglio al Senato dove è il 61,78% dei componenti ad essere improduttivo. Questi i dati raccolti dall’Associazione Openpolis nel dossier “Indice di produttività parlamentare 2016”.

CAMERA DEI DEPUTATI. Dati alla mano il gruppo parlamentare i cui membri producono meno è quello di Forza Italia. E’, infatti, 86% dei suoi componenti a collezionare prestazioni al di sotto della media dell’aula. Seguono Scelta civica-Maie e Partito democratico dove, rispettivamente, il poco produttivi sono il 75% e il 72% dei componenti. Si danno da fare, invece, alcuni dei gruppi dell’opposizione. Solo il 21,05% dei membri della Lega nord produce meno della media. Segue il gruppo Sinistra italiana-Sinistra ecologia e libertà e il Movimento cinque stelle. Dei loro componenti, infatti, è, rispettivamente, il 40% e il 43,96% ad avere un indice di produttività inferiore alla media.
SENATO DELLA REPUBBLICA. Anche al Senato più della metà dei membri produce meno della media. A fare peggio è il gruppo Grandi autonomia e libertà dove è il 92,86% dei componenti a vantare prestazioni scarse. Seguono Alleanza liberal popolare-autonomie e Forza Italia in cui, rispettivamente, l’83,33% e il 76,19% dei membri lavora meno della media. Solo la Lega nord ha la maggioranza dei componenti con un punteggio superiore alla media di produttività vantata dall’aula. Seguono i gruppi Autonomie-Psi-Maie e Misto che contano il 53,33% e il 55,56% di membri improduttivi.

Nessun commento:

Posta un commento

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)