Colabrodo Italia. Sprechi e ruberie ci costano 5,3 milioni di euro all'anno!

Hai voglia a pagare tasse e balzelli, tanto il debito pubblico continua a crescere senza limiti! L’Italia è come un grosso secchio dove i contribuenti continuano a versarci dentro milioni e milioni di euro senza mai riuscire a colmarne la misura per il semplice fatto che quel secchio è tempestato di buchi, peggio di un colabrodo! E grande parte di quei buchi sono gli sprechi nella pubblica amministrazione e le ruberie dei fondi pubblici che hanno provocato nel 2016 un danno all'erario dello Stato pari a oltre 5,3 miliardi, oltre un miliardo e 300 milioni in più dell'anno precedente, quando il danno patrimoniale ammontava a 4 miliardi. Il dato è contenuto nel Rapporto annuale
della Guardia di Finanza ed è il frutto di 2.058 accertamenti svolti su delega della Corte dei Conti. Complessivamente sono stati segnalati alla magistratura contabile 8.067 soggetti. Per i reati contro la Pubblica Amministrazione sono state aperte nel 2016 dai finanzieri quasi 4mila indagini, 1.680 delle quali sono state concluse con 241 persone arrestate e 4.031 denunciate, più della metà (il 56%) per abuso d'ufficio e il resto per peculato (21%), corruzione e concussione (23%). Gli uomini della Guardia di Finanza hanno così scoperto che sono stati percepiti o richiesti in maniera illegittima finanziamenti pubblici, italiani ed europei, per oltre 775 milioni, e hanno denunciato 3.066 persone (53 arrestate). Ammonta invece a 158 milioni l'entità delle truffe realizzate ai danni del Servizio sanitario nazionale e del sistema previdenziale dagli 8.926 soggetti denunciati (dei quali 87 arrestati). A 6 milioni, infine, ammonta il danno provocato allo Stato da coloro che hanno avuto prestazioni sociali agevolate e l'esenzione del ticket sanitario senza averne i requisiti. In questo campo i finanzieri hanno eseguito 12.803 controlli, individuando irregolarità nel 66% dei casi.

Commenti

manu ha detto…
Siamo gli ultimi in Europa in tutto, ma i primi in imbrogli, impicci e ruberie. Nel magna, magna non ci batte nessuno!
sandrina ha detto…
Paese di poeti, santi, navigatori e grandi furbacchioni! Logicamente i furbacchioni lo sono rigorosamente al loro "insaputa"!!!

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Mille euro per tutti!?

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!