Professione Blogger: come destreggiarsi tra social e community.

di Letizia Meuti. Il bisogno di scrivere nasce da un’esigenza, è una cosa naturale un pò come si dice per il talento: o ce l’hai o non ce l’hai. All’inizio è solo un gioco poi diventa passione e alla fine lavoro. La professione di blogger diventa una moda in Italia nel 2001 e nasce con i primi servizi gratuiti dedicati alla gestione dei blog.
Ma più precisamente che cos’è un blog? Il blog è una specie di diario di bordo personalizzato, una raccolta di pensieri, emozioni, opinioni considerazioni il tutto condito con foto, video e musica. Bello vero? Ma attenzione, gestire un blog non è facile. Bisogna sempre avere una piena consapevolezza (un po’come in tutte le cose) nel sapersi destreggiare nella giungla mediatica dei social specie quando si cominciano a muovere i primi passi. E’ vero l’editore sei tu, sei totalmente indipendente lavori solo per te ma i sacrifici sono tanti. In primis il tempo che non è mai abbastanza poi la dedizione, la gestione e la costanza (un blog va sempre aggiornato, scrivendo nuovi post, tenendo sempre conto dei gusti dei lettori, rispondendo alle loro mail). I successi prima o poi arrivano magari aspettando qualche mese coinvolgendo e appassionando il pubblico delle community il più possibile, facendo in modo che la loro attenzione e il loro interesse vengano catalizzati sulla pagina da aprire. Il linguaggio da usare deve essere semplice, chiaro, diretto mai banale e senza tanti giri di parole. Siate sempre sinceri con voi stessi e con gli altri nel raccontarvi e nel raccontare.

2 commenti:

  1. Condivido pienamente ciò che ha scritto Letizia Meuti anche se io, anche dopo molto tempo, continuo a considerare il mio blog solo un passatempo.
    Buona giornata
    enrico

    RispondiElimina
  2. daniela s.14 marzo, 2017

    C'è chi con un blog ci ha fatto un partito politico che oggi è il primo in Italia. E c'è chi, appena bocciato dal referendum, ha creato un blog per riprendersi la poltrona! Ci sono blog e Super-blog!

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)