PRIMA IL CITTADINO. LA TUA OPINIONE CI STA A CUORE PIÙ DI OGNI ALTRA NOTIZIA.

Riparte il mercato immobiliare!

Sale la voglia di mattone nei desideri degli italiani e il 2017 sarà la 'primavera' del mercato immobiliare che porterà ad un ulteriore aumento delle transazioni, dopo i dati incoraggianti del 2016, e ad un lieve rialzo dei prezzi anche se concentrato nelle grandi città. Un'erogazione del credito più facile, bassi tassi di interesse e prezzi immobiliari ora più accessibili hanno fatto aumentare
l'interesse degli italiani verso la casa. Nella seconda parte del 2016 si nota un trend in risalita che vede gli italiani sempre più convinti che il mattone sia ancora una buona forma di investimento. I dati diffusi dell’Agenzia delle Entrate sui volumi di compravendite lo confermano. L’anno 2016 si chiude con una crescita delle transazioni residenziali del 18,9%. Nella metratura, gli italiani continuano a preferire il trilocale, scelto dal 40,5% dei potenziali acquirenti nelle grandi città. A seguire i quattro locali con il 24,5%. La concentrazione su quest’ultima tipologia è in aumento a conferma del fatto che, quando i prezzi lo consentono, si acquista il taglio più grande. La disponibilità di spesa si concentra nella fascia fino a 250 mila € nelle grandi città ed in quella fino a 120 mila € nelle altre realtà. Insomma, il mercato del mattone riprende quota e le compravendite per il 2017 sono attese ancora in aumento (intorno a 600 mila transazioni) e questo trend interesserà tutte le realtà territoriali. Sul versante prezzi gli esperti del settore si aspettano un leggero aumento (tra 0% e +2%) per il 2017 ma solo per le grandi città, mentre per i capoluoghi di provincia e per l’hinterland delle grandi città occorrerà aspettare il 2018. L’andamento dell’economia e dell’occupazione, nonché il comportamento degli istituti di credito che rimarranno comunque prudenti, contribuiranno a confermare o meno questo scenario di mercato.

1 commento:

  1. Torna a crescere nel terzo trimestre del 2016 l'Indice Fiups e con esso la fiducia degli operatori immobiliari verso il mattone. Il sentiment immobiliare per i prossimi 12 mesi prevede una situazione in miglioramento rispetto all'anno precedente, con il 58% degli intervistati che si dichiara positivo per l'immediato futuro.

    Elaborato su base trimestrale dal Dipartimento di Economia dell'Università di Parma in collaborazione con Sorgente Group e Federimmobiliare, l'indagine si basa su interviste rivolte a una platea di circa 200 operatori del mercato immobiliare, appartenenti ai settori del del del trading, development, property, facility, progettazione, valutazione, consulenza e finanza.

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)