La ricetta per far durare la coppia, bastano 32 minuti al giorno!

di Orietta Matteucci. E vissero felici e contenti! Molti di noi sono cresciuti ascoltando favole che finivano con questa frase, ma quante coppie riescono a vivere serenamente a lungo e quante si perdono per strada? Ma soprattutto cosa fa la differenza? Quali sono i comportamenti che assicurano alla coppia la longevità e quali invece la distruggono? Molti conflitti sono generati da incomprensioni e alcuni scienziati,
al riguardo, sostengono che l’uomo e la donna, fondamentalmente, fraintendono i reciproci comportamenti. Potrà sembrare stereotipato, ma per molti uomini l’attrazione sessuale è prioritaria, mentre molte donne considerano prioritario l’uomo affidabile, capace di sostenere anche affettivamente una eventuale famiglia. E questo è confermato dalla genetica. Facciamo un esempio: un uomo quando parla con una donna e le sfiora i capelli o il collo o un braccio, inconsapevolmente o consapevolmente, vorrebbe fare sesso con lei. La donna interpreta questi segnali come di amicizia. Al contrario quando una donna tocca il braccio di un uomo lo fa come gesto di amicizia, ma lui lo interpreta come interesse sessuale. Nel rapporto di coppia, per gli uomini è importante che la propria donna provi per loro fiducia, stima, accettazione, apprezzamento. Per le donne, invece, sono importanti le manifestazioni di affetto, il rispetto, la dedizione, essere comprese nei propri sentimenti e stati d’animo. Conoscere le reciproche differenze, rende molto più semplice costruire sane relazioni. Trovare l’intesa è possibile ed ecco alcuni suggerimenti, quasi come in una ricetta, che non solo gioveranno alla longevità della coppia, ma gioveranno anche alla salute e alla longevità dei partner stessi e molto di più di qualche ora trascorsa in palestra! 
2 minuti al mattino per salutarsi con affetto e augurarsi una buona giornata. 
20 minuti alla sera per una piacevole e distensiva chiacchierata a due. 
5 minuti al giorno di coccole. 
5 minuti al giorno di incoraggiamenti e complimenti sinceri. 
2 ore a settimana esclusive per la coppia da dedicare a ciò che piace di più fare insieme.  
In totale 32 minuti nell’arco di una giornata e 2 ore in un giorno della settimana, non è poi molto! 
Ecco, invece, alcuni comportamenti distruttivi da evitare: Criticare. Ovviamente, non riferito ad un’azione specifica, ma alla personalità. Dire una volta che la pasta è sciapa è ben diverso da “non ti è mai interessato cucinare!”. 
Disprezzare. Forse è il comportamento più distruttivo in quanto denota una totale mancanza di stima, generata, nel tempo, da rancori irrisolti. Espressioni come “non sei abbastanza capace di…”, “non lo fai mai”, “esageri sempre” ecc. umilia e fa sentire l’altro privo di valore. 
Vittimismo. Esempi: “sei tu di solito che…” “Non è colpa mia..” “E allora quando tu invece…”.
Ostruzionismo. Ad un certo punto della relazione, per varie cause, non si presta più ascolto a quanto viene detto e si adotta un comportamento indifferente e passivo. 
Costruire una relazione gratificante che duri nel tempo è fare un investimento emotivo. La consapevolezza delle proprie emozioni così come la difficoltà a comunicarle, è uno dei grandi temi dello sviluppo dell’individuo. Un terreno ancora abbastanza impervio e sconosciuto a molti, che richiede consapevolezza, spirito di sacrificio e molta umiltà nel saper chiedere aiuto quando ci si riconosce nei comportamenti distruttivi o ancora prima, quando ci si sente spesso a disagio.

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)