Vaccini, parliamone ancora.

di Maria Pia Caporuscio. Si tratta di qualcosa di vitale importanza per cui è d’obbligo chiedersi, come può una persona totalmente ignorante in materia, permettersi di minacciare dei genitori che vogliono proteggere la salute dei propri figli. E come si fa a non pensare male sapendo che questo governo non è stato scelto dai cittadini,
ma imposto dall’alto? E visto il loro “patologico” interesse arrivato a minacciare di togliere la patria potestà ai genitori che si rifiutano di bombardare con 12 vaccini il corpicino del proprio bimbo, sorge istintivo il dubbio che costoro siano a libro paga delle multinazionali del farmaco. Come si fa a pensare bene se arrivano ad imporre con un vero e proprio abuso di potere (alla pari con le SS della gestapo) l’obbligo di vaccinare tutti i bambini, altrimenti non possono frequentare la scuola? Oppure questi esseri credono che i bambini siano più cari ai produttori di vaccini che a chi li ha partoriti? In nessuna parte del pianeta viene neppure proposta una multi vaccinazione, vista la pericolosità di utilizzare tanti vaccini insieme, che metterebbero a rischio di morte o di invalidità permanente tanti piccoli. Se si arriva a multare un padre e una madre con cifre da lotteria se rifiutano queste contro-leggi. Se si arriva ad estrometterli dalle scuole (violando anche la nostra Costituzione dove tutti hanno diritto all’istruzione) altro che solo quelli vaccinati. Se si arriva a radiare dei medici (che hanno giurato di salvarla la vita) come si può non credere che questi vaccini fanno bene solo a chi li produce e a chi li sponsorizza? Basta vedere quanti sciacalli in giacca e cravatta (pagati milioni dalle case farmaceutiche) appestano il parlamento col solo scopo di comprare politici, che li aiutino a svendere il maggior numero di vaccini. Come possiamo fidarci di una classe politica che ha dimostrato e dimostra ogni giorno, quanto sia corrotta? Quanti miliardi sono stati spesi per rischi di epidemie inventate? E attualmente di quale epidemia sono a rischio i nostri bambini da obbligarli ad iniettarsi una bomba nel corpo? Perché non si possono suddividere in più sedute? E perché si rifiutano di credere ai rischi concreti provocati dai troppi vaccini? Purtroppo sono molti i bambini che portano sulla propria pelle i danni permanenti. Ma seppure fosse un solo bambino ad aver perduto la salute per essersi vaccinato, è da condannare non solo chi li produce ma anche chi li ha obbligati! Si devono costringere i produttori a liberarli di tutte le impurità, altroché obbligare delle mamme e dei padri a rischiare la vita dei propri figli! Se si arriva a radiare i medici, a togliere i bimbi ai legittimi genitori, a vietare l’istruzione a chi non è vaccinato, cosa avrebbero dovuto fare ai proprietari dell’ILVA e a tutti quelli che hanno avvelenato l’aria, i fiumi, la Terra i mari e ucciso tanta gente innocente? E cosa gli è stato fatto? Sono stati fucilati in piazza o sono ancora lì, tutti liberi di continuare a inquinare e uccidere? Per questa ridicola classe politica solo chi rifiuta i vaccini merita la dannazione? Per davvero se non fosse reato, consiglierei questa classe politica di spararsi!

1 commento:

  1. Oltre 130 famiglie altoatesine hanno annunciato che chiederanno "asilo" in Austria per non dover vaccinare i loro bambini. "I genitori hanno già scritto al presidente italiano Mattarella, a quello austriaco Van der Bellen, come anche al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite di Ginevra", ha detto l'attivista no vax Reinhold Holzer all'ANSA. "Di certo - ha aggiunto - non avveleneremo i nostri bambini. Asilo non chiede solo chi scappa da una guerra, ma anche chi si vede privato dei diritti umani".

    Secondo Holzer, "i vaccini sono una carneficina chimica ai danni dei nostri figli". Sono soprattutto altoatesini che vivono nei pressi del confine - come Vipiteno, Bressanone e la alta val Venosta - "che intendono trasferirsi in Austria per non dover vaccinare i loro figli oppure rischiare multe salatissime", ha spiegato Holzer. L'esperto di edilizia biologica negli anni '90 era 'scappato' con la moglie e i quattro figli in Austria, perché la Cassazione a Roma gli aveva revocato la potestà genitoriale proprio per non aver vaccinato i propri bambini, suscitando grande clamore mediatico. Su intervento dell'allora governatore Luis Durnwalder, la famiglie era tornata dopo alcune settimane in Alto Adige. "Gli altoatesini - ha detto Holzer - sono particolarmente sensibili ai temi della salute e dell'ambiente, perciò da noi il numero di bambini non vaccinati è particolarmente alto".

    RispondiElimina

freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

freeskipeer si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)