Servizi online fantasma in 2 uffici pubblici su 3.

Un Codice Pin se vuoi accedere al sito web dell'Inps, un Pin per l'Agenzia delle Entrate, un Pin per l'Agea, un Pin per il Comune, un altro per la Regione e un altro ancora per la banca, la nettezza urbana, il gas, la luce, il telefono, ecc, ecc. E finalmente quando dopo tremila passaggi burocratici sei finalmente on line... quello che cerchi non si apre! Altro che quarta rivoluzione industriale, la Pa italiana sembra ancora molto lontana dal 4.0: due pubbliche amministrazioni locali su tre, infatti, non erogano alcun servizio online!
La denuncia arriva dall’Ufficio studi della CGIA che ha esaminato i dati Istat riferiti all’utilizzo delle tecnologie dell’informazione da parte degli Enti locali . E i risultati dell'indagine sono sconfortanti: tra tutte le Regioni, le Province, i Comuni e le Comunità montane presenti in Italia la percentuale di enti che offre la possibilità di avviare e concludere per via telematica l’intero iter di almeno un servizio richiesto dall’utenza è pari al 33,8%: praticamente solo 1 su 3 è in grado di espletarla. Quella più in ritardo, in generale, è la Provincia: solo il 27,1% è in grado di “dialogare” e concludere on line la procedura richiesta dai cittadini o dalle imprese; sale al 28% per le Comunità montane, si attesta al 33,9% nei Comuni (con punte del 63 per cento per quelli con più di 60.000 abitanti) per toccare il 59,1% tra le Regioni e le Province autonome. “In buona parte degli enti locali, invece, il deficit tecnologico che sconta il personale è disarmante”, commentano dall’Ufficio studi della CGIA. E poi la burocrazia e i 'grandi burocrati' che annientano ogni processo evolutivo e di semplificazione delle pubbliche amministrazioni con i dirigenti che non rinunciano al cartaceo e fotocopiano di tutto e di più, persino le email! Ma così l'Italia non va da nessuna parte, se non a sbattere contro il muro dell'inezia e dell'incapacità di gente che costa ai cittadini milioni e milioni di euro!

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)