Siamo italiani.

Terremoti, alluvioni, smottamenti, frane, crolli, incendi. Incuria, abbandono, lassismo, corruzione, malaffare, ruberie, evasione fiscale, speculazione. Disoccupazione giovanile, lavoro precario e sottopagato, sistema previdenziale e bancario in default, centinaia di migliaia di sbarchi. Welfare, sanità, sicurezza, istruzione e giustizia allo sfascio. Debito pubblico che aumenta di ora in ora. E poi tante, ma tante, inutili chiacchiere. Così l'Italia sta finendo, nell'inettitudine collettiva. Dove c'è chi ancora riesce a speculare sulle macerie e sulle ceneri. Dove c'è chi comanda e dirige, chi controlla e amministra, che evidentemente o non può, o non vuole, o non sa farlo.
E dove, poi, ci siamo anche e soprattutto tutti noi, cittadini, lavoratori, pensionati, studenti e disoccupati, che restiamo fermi a guardare... Siamo italiani.

Commenti

Valeria Ciarambino ha detto…
Non è l’inferno, è la Campania. Oltre 100 roghi, mezza Campania brucia e a spegnere gli incendi ci sono solo 2 canadair e 2 elicotteri. E’ un inferno che si aggiunge al quotidiano inferno della Terra dei Fuochi, coi roghi di rifiuti tossici che appestano l’aria. Oggi bruciano il Parco nazionale del Vesuvio insieme alle discariche abusive. Le fiamme sono altissime e hanno raggiunto le case, il fumo e la cenere dalla provincia di Napoli arrivano fino alla provincia di Avellino, i sindaci stanno emanando ordinanze per evacuare o chiedere ai cittadini di chiudersi in casa per il rischio di asfissia.
Beppe Grillo ha detto…
Il Vesuvio è circondato, accerchiato, sfigurato. Centinaia di migliaia di persone sono bloccate in casa, finestre chiuse, con il caldo che arriva dal cielo e con quello, terribile, che si propaga con le fiamme da terra. Il Parco Nazionale praticamente non esiste più. Al suo posto cenere e carbone. E le fiamme non sono state ancora domate. Ci sono ancora tre fronti attivi. C’è paura, i cittadini sono soli e i vigili del fuoco si stanno arrangiando per non soccombere.
Questo accade in Italia, mentre chi ci dovrebbe governare è distratto da altro, è preoccupato di far arrivare il prima possibile alle banche venete l’ultima pioggia di miliardi. Guardate dove si trova questa notizia sugli “autorevoli” siti di notizie. Cercatele nei telegiornali. Munitevi di microscopi per trovarne traccia negli atti del governo.
furio rm ha detto…
Imponente incendio nella notte vicino al campo rom di via Cesare Lombroso, a Monte Mario. Una colonna di fumo si è alzata verso il cielo, visibile da buona parte di Roma Nord. In molti sono stati costretti a chiudere le finestre a causa delle esalazioni.
saretta7roma ha detto…
Con le buste della spesa in mano ha cercato di salire su un convoglio della metro, ma è rimasta incastrata tra le porte ed è stata trascinata per alcuni metri. Tragedia sfiorata ieri sera a Roma alla fermata Termini della linea B in direzione Laurentina.
ale ha detto…
'Profondo' Rosso da duecento milioni di euro nei primi due mesi dell'anno e per Alitalia si aprirono le porte dell'amministrazione controllata. E' quanto emerge dalla situazione contabile consolidata al 28 febbraio pubblicata nella domanda di ammissione all'Amministrazione straordinaria, pubblicata sul sito della compagnia per volere dei commissari straordinari e sentito il ministero dello Sviluppo economico.
destro ha detto…
Da qui al 2100 in città come Roma e Milano le temperature medie estive potrebbero aumentare dai 5 ai 7 gradi, facendo assomigliare l'estate italiana a quella di paesi come Egitto e Turchia oggi. E' quanto emerge dalle simulazioni condotte con un nuovo strumento online ideato da Climate Central
fede70 ha detto…
Terremoto a parte, crolla una palazzina a Ponte Milvio, crolla una palazzina a Torre Annunziata... secondo una recente ricerca condotta dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri sono oltre quattro milioni gli edifici in Italia con seri problemi di stabilità. Sei milioni, tra quelli costruiti fino al 2001, mancano di ogni forma di manutenzione. Un terzo di loro riguarda le case tirate su prima del 1945. Un altro 30% il costruito dalla fine della guerra al 1961. A leggere questi dati sembrerebbe che nel nostro paese, primo nella classifica europea per numero dei proprietari di case, questi non amino la propria casa. Che la trascurino.“

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/blog/antonello-sotgia/crollo-palazzo-torre-annunziata-roma.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809
italianiPoveracci ha detto…
Oltre 4 milioni di persone in povertà assoluta! Nel 2016 si stima siano 1 milione e 619mila le famiglie residenti in condizione di povertà assoluta, nelle quali vivono 4 milioni e 742 mila individui. Rispetto al 2015 si rileva una sostanziale stabilità della povertà assoluta in termini sia di famiglie sia di individui. L'incidenza della povertà assoluta sale al 26,8% dal 18,3% del 2015 tra le famiglie con 3 o più figli minori, coinvolgendo nel 2016 137mila 771 famiglie e 814mila 402 individui; aumenta anche fra i minori, da 10,9% a 12,5% (1 milione e 292mila).
compTuriddu ha detto…
Brucia l'Italia delle vacanze: mentre rimane l'emergenza Vesuvio, dove è intervenuto l'esercito, roghi sono segnalati, tra l'altro, in Sicilia, in Sardegna, in Calabria e in Puglia, una mappa da 'record', ricorda la Protezione Civile: ieri sono state 47 le richieste dei mezzi aerei dello Stato, con lo spegnimento di 13 incendi. In totale nel 2017 sono state 764 le richieste, sottolinea il Dipartimento, "un picco da 10 anni". Tre aerei anti-incendio francesi "sono in rotta per dare aiuto ai colleghi italiani". Lo ha annunciato il portavoce della Commissione europea, Alexander Winterstein, specificando che gli aerei sono stati mobilitati dopo la richiesta di aiuto presentata formalmente ieri dalla Protezione civile italiana alla Ue.
front ha detto…
Ben dieci navi con a bordo oltre 7300 migranti salvati negli ultimi giorni al largo della Libia stanno per approdare sulle coste di tutto il Sud Italia. L'arrivo delle navi, a seconda del porto di destinazione, è previsto tra oggi e la giornata di sabato. Al momento, gli scali indicati sono Corigliano Calabro e Vibo Valentia in Calabria, Bari e Brindisi in Puglia, Porto Empedocle e Catania in Sicilia, Salerno in Campania.
Geo ha detto…
L'Italia è bella, stupenda, mare, monti, laghi, borghi, città d'arte... ma come diceva D'Azzeglio l'Italia è fatta, adesso bisogna fare gli italiani! Ecco qui c'è ancora tanto da fare!!!
massimo g. ha detto…
L’Italia sta come sta, piuttosto male. Ma gli italiani, quando riescono a esserlo, producono ancora avventure umane come questa raccontata dall’ agenzia di stampa Adnkronos. Loredana Puca è nata a Sant’Antimo, vicino a Napoli, e non proprio nella bambagia. La conoscete: è la ragazza occhialuta che a scuola passava il compito a tutti, solare ma non banale, posseduta da una sana ambizione. Fallisce per due punti il test a Medicina, però non si smonta. Si laurea: in Biotecnologie per la Salute.
Il sistema che le gira intorno sfrutta l’entusiasmo dei giovani per farli lavorare gratis, però Loredana non si lamenta. Si sposta: è in cerca di scialuppe e ne trova una a Parigi. Ci rimane quattro anni, ma è proprio la vecchia Europa dei baroni a starle stretta. Un’associazione italoamericana le finanzia il sogno di trasferirsi a New York, in un ospedale dove trova gli spazi e i fondi per liberare il talento che tanti suoi coetanei soffocano nei quotidiani compromessi con la gerontocrazia.
È stata appena premiata per uno studio rivoluzionario sul cancro alla prostata. A 32 anni. Se fosse rimasta in Italia, sarebbe ancora a carico dei genitori. Invece ogni mese manda i soldi a casa per pagare l’affitto della madre vedova. Come i migranti di ogni luogo ed epoca. Come quelli italiani di un tempo.
Leggo ha detto…
Vigili del fuoco volontari appiccavano incendi per riscuotere 10 euro a intervento, a questo ci siamo ridotti? Ad appiccare fuoco ai nostri boschi per cercare di sopravvivere alla mancanza di lavoro e di lavoratori sottopagati?

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Mille euro per tutti!?

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!