89mila pensionati italiani si godono all'estero la 14ª del governo Renzi!

L'Inps comunica che sono state complessivamente quasi 89 mila le 14esime erogate all'estero nel luglio del 2017 per una spesa pari a 35,6 milioni di euro, incrementando ulteriormente di circa 20 milioni i 'pagamenti non contributivi' erogati all'estero. Un aumento del 131% rispetto al 2016, in cui gli importi erogati sono stati pari a 15,4 mln per circa 46mila beneficiari, per effetto dell'aumento del limite di reddito e dell'importo con cui accedere al beneficio.
La misura voluta dal Governo Renzi è pi stata approvata in via definitiva nella legge di Bilancio 2017, ex Legge di Stabilità, dal governo Gentiloni. Il maggior numero di beneficiari è presente in Europa dove sono state erogate 35.252 quattordicesime, il 39,6% del totale per una spesa di 14 milioni di euro. Seguono l'America meridionale (36,1%) con 32.103 'assegni integrativi' per un importo complessivo di 13,6 milioni e l'America settentrionale (12,6%) con circa 11.281 trattamenti per un importo di 4,12 milioni di euro. Per quel che riguarda le pensioni all'estero nel 2016 sono ammontate complessivamente a 373.265, pagate sia in regime di totalizzazione internazionale che in regime italiano. La spesa ammonta ad oltre 1 miliardo di euro. La maggior parte di quelle pagate nel giugno scorso, sempre stando ai dati Inps, pari a circa il 70%, hanno avuto una contribuzione in Italia inferiore ai sei anni mentre circa l’83% ha una contribuzione inferiore a 10 anni. E’ l’America settentrionale l’area a maggiore densità di pensioni italiane, circa 89mila nello scorso giugno, di cui oltre 31mila con meno di tre anni di anzianità contributiva in Italia. Segue l’Europa, con 179mila pensioni in pagamento di cui oltre 64mila sotto i 3 anni di contribuzione e l’America meridionale, con più di 36 mila pensioni di cui oltre 14mila con meno di 3 anni di anzianità contributiva in Italia.

1 commento:

  1. iFessiPaganoleTasse07 agosto, 2017

    Oggi come oggi in Italia, con questi stipendi e con la riforma previdenziale, conviene lavorare in nero e poi beccarsi il "reddito di cittadinanza" e la "pensione sociale"!

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)