La Cina alla conquista dell'Europa.

di Mauro Guidi. In Europa è il tripudio del 'Made in Cina': dall'acquisto di squadre di calcio, all'acquisto di società industriali, all'invasione commerciale dei nostri mercati per arrivare a scambi sempre più stretti nel settore aereo-spaziale. E' quanto si evince anche dall'accordo firmato nel 2015 dall'ESA per rafforzare la collaborazione con la China National Space Administration, con l'obiettivo di far volare un astronauta europeo nella stazione spaziale cinese in futuro. In questi giorni di agosto l'Astronaut Center of China in collaborazione con il Ministero dei Trasporti Beihai Rescue Bureau ha organizzato nella città costiera cinese di Yantai un corso di nove giorni di sopravvivenza in mare per astronauti cinesi al quale hanno partecipato gli astronauti dell'ESA Matthias Maurer e Samantha Cristoforetti simulando l'eventualità che una capsula spaziale cinese nel rientro finisca accidentalmente in mare. E' ovvio che la Comunità Europea ha una grande attenzione per un enorme mercato composto da quasi un miliardo e mezzo di cittadini, ma un minimo di prudenza andrebbe mantenuta verso una nazione diretta da un potere politico non del tutto trasparente negli obbiettivi.

1 commento:

  1. QuoVadisItalia25 agosto, 2017

    Tutti ce l'hanno sù con l'invasione africana, ma di quella cinese, rumena, indiana, bangladeshiana nessuno ne parla. Perchè? Forse perchè sono più tranquilli e fanno quei lavori che gli italiani rifiutano.

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)