#STOPINVASIONE. Salvini alla De Gaulle.

di Matteo Salvini. Le profetiche parole del presidente francese Charles De Gaulle, pronunciate quasi 60 anni fa, da leggere, diffondere e sulle quali riflettere: “E’ un bene che ci siano francesi gialli, francesi neri e francesi marrone. È la dimostrazione che la Francia è aperta a tutte le razze e che ha una vocazione universale. Ma a condizione che essi restino una piccola MINORANZA. Altrimenti la Francia non sarà più la Francia. Coloro che sostengono l'integrazione hanno un cervello da colibrì. Voi credete che la popolazione francese possa ASSORBIRE 10 milioni di musulmani, che domani saranno 20 e dopodomani 40? Se noi facessimo l'integrazione, se tutti gli arabi e i berberi d'Algeria fossero considerati francesi, come impediremo loro di venire a installarsi nelle metropoli, dato che il livello di vita è molto più elevato? Il mio paese non si chiamerebbe più Colombey-les-Deux-Eglises ma Colombey-les-Deux-Mosquèes". L'immigrazione è un fattore positivo se limitata e regolamentata, se diventa INVASIONE ci distrugge. De Gaulle aveva visto bene, purtroppo. Ma noi non ci arrendiamo. #STOPINVASIONE

Commenti

libertè ha detto…
Adesso la domanda non è se de Gaulle avesse ragione (la risposta è sì), ma, se - primo - esiste oggi un politico che possa sostenere un discorso del genere, senza essere mediaticamente decapitato. E - secondo - se lo stesso de Gaulle, non un Sarkozy o un Hollande qualsiasi, potrebbe ripetere, oggi, quelle parole, senza essere tacciato di fascismo.
franco bechis ha detto…
Gestire le cooperative sociali che si occupano dei migranti in Italia rappresenta un affare, e le cose sono migliorate nell’ultimo periodo. Per rendersene conto è sufficiente osservare che le 45 più importanti tra esse, al 31 dicembre 2016, hanno raggiunto un fatturato di 367,7 milioni di euro. Nel 2015 si era fermato a 294,5 milioni di euro. L’aumento del giro d’affari è stato dunque di oltre 73,1 milioni di euro, in percentuale un più 24,81 per cento sul 2015, una performance che nessun altro settore produttivo del nostro Paese può vantare. E’ singolare inoltre che tra tutte le imprese considerate, solo una non sia riuscita nello scorso anno a raggiungere un risultato brillante: il consorzio Eriches 29 di Roma, quello di Salvatore Buzzi per intenderci, che attualmente è controllato dal tribunale di Roma. E’ questa in sintesi la realtà descritta dal vice direttore di Libero Franco Bechis nell’inchiesta pubblicata oggi sul suo quotidiano.
Tury ha detto…
Il Centrodestra si compatta: Forza Italia, Fdi, Noi con Salvini e Udc uniti nel sostenere Musumeci alla Regione Sicilia. Cooosa l’Udc!? Ma Salvini, non avevi detto ‘mai con l’Udc’? Ti sei già rimangiato tutto? e così farai se gli italiani ti manderanno a governare l’Italia! Altro che NO-Euro, NO-Migranti, NO-Fornero e PRIMA gli Italiani, prima ci sono i tuoi interessi!!!

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Mille euro per tutti!?

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!