Trema Ischia, morte due donne, tanti i feriti.

C'è chi in questi giorni di lutto, dopo l'orribile strage di Barcellona, si è perso in sterili discussioni sul 'quando' toccherà all'Italia... Ma il terremoto anche stavolta ha colpito prima dell'Isis, e forse proprio per questo i terroristi ci lasciano, in santa pace, a raccogliere le nostre macerie: colpire l'Italia sarebbe come sparare sulla Croce Rossa, come uccidere un corpo che è già cadavere! Erano le 20.57 di ieri sera quando l'isola di Ischia ha iniziato a tremare. Per i turisti, tantissimi in questo periodo sull'isola verde, e per i residenti, l'estate è finita nel peggiore dei modi. Prima un boato poi la consapevolezza di quello che stava accadendo. Le suppellettili che cadevano, i mobili che si spostavano e poi il black-out, i crolli. E' stato peggio del terremoto del 1980, ricordano i più anziani. E' stato un incubo che piano piano ha preso forma. E adesso è iniziata la grande fuga da Ischia. I turisti hanno letteralmente preso d'assalto il primo traghetto partito per Pozzuoli mentre c'è chi dorme in strada, su una panchina, aspettando le prossime navi per Napoli. Si contano i feriti, sono 39, di cui uno gravissimo. E due sono i morti, due donne. Insomma, l'Italia continua a tremare, a crollare. E così alle macerie di un Paese distrutto non solo dalle calamità naturali, ma pure dall'inerzia di una politica troppo distante dai problemi reali della gente e del territorio, accumula macerie su macerie. Se continua così, l'Italia finisce. Gli italiani pure!

Commenti

geoa ha detto…
Invece di pensare alla jus soli, ai matrimoni omosessuali e agli uteri in affitto, il governo e la politica in generale dovrebbero occuparsi della messa in sicurezza del territorio, dell'occupazione giovanile e del welfare, il resto è tutta 'fuffa'!
antonio menna ha detto…
Ischia, capitale dell'abusivismo, devastata dal cemento selvaggio: 600 case da demolire, 27 mila richieste di condono! E c'è una legge che difende gli abusivi
Lascia perplesso come un terremoto di tale magnitudo possa provocare danni e vittime nel nostro Paese, è possibile che la magnitudo possa essere stata leggermente sottostimata ma, ripeto, è francamente allucinante che si continui a morire per terremoti di questa entità!
doriana goracci ha detto…
leggo che un'altra donna è morta colpita dai calcinacci di una chiesa crollata,a Ischia, nel terremoto del 21 agosto. Con tutto il rispetto per l'arte e i luoghi di culto...siccome non è la prima volta che persone comuni, fedeli o non fedeli, rimangano sotto le macerie di campanili e loro annessi e connessi, cari sindaci dei paesi italiani, Capranica compresa, vi spiacerebbe controllare le chiese che tremano? Tremiamo anche noi al solo pensiero di altri crolli e vorremmo sapere che certi edifici sacri sono stati messi in sicurezza, perchè anche la vita è sacra, per tutte e tutti. Grazie

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Mille euro per tutti!?

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!