Il candidato di Gentiloni a Bankitalia è Visco.

Matteo Renzi inghiotte male il rospo... "Se il presidente del Consiglio decide di confermare Visco io non lo condivido, ma andiamo avanti lo stesso". E Paolo Gentiloni ha preferito Visco! Il presidente del Consiglio ha, infatti, inviato la lettera al Consiglio superiore di Bankitalia per la nomina del nuovo governatore. Nella lettera il premier indica il nome proposto, Ignazio Visco, su cui la Banca dovrà dare un parere. Il Consiglio superiore della Banca d'Italia è stato convocato per domani mattina, alle 8.30, per esaminare la proposta del premier. Il Consiglio, secondo la legge, deve fornire un parere necessario, non vincolante, prima della nomina con decreto da parte del Presidente della Repubblica. Insomma, a chi interessano i risparmiatori e a chi i governatori?

Commenti

ex-p.c.i. ha detto…
Renzi sta toppando in continuazione e su tutti i fronti. Dai bonus, al referendum costituzionale, alla Boschi sottosegretaria, a Bankitalia, non ne ha azzeccata una. Se continua così va a finire che il treno del Pd... deRAGLIA!
VERGOGNA ha detto…
La prova provata che Renzi e il suo Pd stanno sbagliando tutto, ma proprio tutto: il presidente di Palazzo Madama che, nel giorno in cui passa il "Rosatellum" e Denis Verdini entra ufficialmente nella maggioranza, prende le distanze da un partito con il quale non si trova più in sintonia e del quale non condivide più né metodi usati, né contenuti, e lascia il gruppo del Pd.
job68 ha detto…
Via libera del Cdm a Visco. Assenti i ministri renziani. Anche la Boschi non partecipa alla riunione. Buon gusto o tanta rabbia!? E comunque, Visco è stato riconfermato alla guida della Bankitalia. Il presidente della Repubblica ha firmato il decreto di nomina al vertice dell'istituto. Adesso firmerà pure il Rosatellum?

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Mille euro per tutti!?

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!