Papa Francesco alla FAO dei Super Stipendi d'Oro per contrastare la fame nel mondo.

“Per superare i conflitti, causa di migrazioni e di denutrizione per milioni di essere umani, serve un impegno totale a favore del disarmo graduale e sistematico previsto dalla Carta delle Nazioni Unite, come per rimediare alla funesta piaga del traffico di armi. Dobbiamo proporre un cambio negli stili di vita, nell'uso delle risorse, nei criteri di produzione, nel consumo, contro gli sprechi, non possiamo pensare ‘lo farà un altro’...". Lo ha detto Papa Francesco nel suo discorso alla FAO dove si è recato in occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, intitolata quest'anno 'Cambiare il futuro della migrazione'. Ma Sua Santità ha trascurato un piccolo dettaglio: il più ‘povero’ dei dipendenti FAO percepisce uno stipendio con 'tanti di quegli zero' che da solo potrebbe sfamare mille persone al giorno! Forse sarebbe il caso di cominciare proprio da istituzioni come la FAO per redistribuire reddito e ricchezza, o dobbiamo pensare che... 'lo farà un altro'?

Commenti

ros75 ha detto…
Purtroppo non solo in Italia, ma in tutto il mondo ci sono troppe disuguaglianze. C'è una ristretta élite che scoppia di benessere e una moltitudine di gente che fa la fame nera e che campa di stenti. Sarebbe sufficiente redistribuire in maniera più equa e solidale la ricchezza del mondo per far star bene tutti! Ma l'essere umano è troppo avido, pensa solo a se stesso, se ne frega del prossimo e tiene tutto pere, anzi, cerca di sottrarre a qual prossimo le poche risorse che gli restano per accrescere ancor di più la propria ricchezza.
£'IRA ha detto…
Un tempo si cantava 'se potessi avere mille lire al mese'... le lire passano, si trasformano in euro, la crisi si mangia tutto: risparmi, case, salari, pensioni e dignità. Ma i 'soliti noti' ci sguazzano dentro. 'Loro' con gli stipendi d'oro e noi con... 1000 euro al mese!

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Mille euro per tutti!?

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!