"Stop invasione" è lo slogan del Movimento Nazionale per la Sovranità Italiana.

Era tanta l'attesa per manifestare nel cuore di Roma contro l'immigrazione incontrollata, lo Ius Soli e per la difesa del lavoro degli italiani. E manifestazione è stata, sabato scorso, quando i 'sovranisti' sono partiti da Piazza Esedra per arrivare a Piazza San Silvestro dove la mobilitazione del Movimento Nazionale per la Sovranità Italiana contro "l'invasione degli immigrati" si è conclusa sulle note dell'inno di Mameli. In prima fila l'ex Sindaco di Roma, Gianni Alemanno
e segretario del Movmento che dal palco ha detto: "Siamo qui per dire stop al governo Gentiloni, ha fatto già troppi danni. Ora basta, vogliamo andare a votare. Gentiloni non si deve sognare di approvare lo Ius soli. Nei due anni di lassismo sono entrati più di 750mila clandestini: devono essere espulsi tutti e subito. Chiediamo che il centrodestra si schieri su queste grandi battaglie e che sia unito sul no allo Ius soli, no all'immigrazione clandestina e lavoro agli italiani". Insieme ad Alemanno hanno manifestato anche alcuni rappresentanti di 'Noi con Salvini' e di 'Forza Italia'. Bandiere tricolore, cori, striscioni e slogan per un cambio di direzione netto sulle politiche legate all'immigrazione, come ha dichiarato dal palco il Presidente del Movimento, Francesco Storace: "Oggi in piazza è arrivata una marea di gente sono arrivate persone da tutta Italia a portare la rabbia di un popolo che non ce la fa a vedere l'invasione clandestina e a vedere la mancanza di lavoro. Andiamo avanti per vincere".

Commenti

SPQR ha detto…
Quattro gatti a manifestare contro L'INVASIONE: gli italiani sono troppo impegnati a fottersi tra di loro e non trovano il tempo per scendere in piazza a manifestare!

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Mille euro per tutti!?

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!