“Appello ai patrioti”: il 2 e il 3 dicembre il secondo congresso di FdI a Trieste.

È Trieste, la città più italiana d’Italia, la sede scelta da Fratelli d’Italia per il suo secondo Congresso Nazionale dal titolo “Appello ai Patrioti”, che si celebrerà sabato 2 e domenica 3 dicembre 2017 presso il Palazzo dello Sport Alma Arena “Cesare Rubini” (Via Flavia, 3). Nel capoluogo del Friuli Venezia-Giulia sono attesi oltre 4mila delegati provenienti da tutta Italia, molti dei quali eletti nei congressi territoriali, esponenti della società civile e espressione dell’associazionismo.
Presenti anche delegati esteri provenienti da tutto il mondo. L’apertura dei lavori è prevista per sabato 2 dicembre alle ore 9.00 con i saluti degli ospiti. Farà seguito, alle ore 12.30 circa, l’intervento introduttivo del presidente nazionale Giorgia Meloni. I lavori e il dibattito proseguiranno per tutta la giornata di sabato. La domenica mattina si riprenderà alle ore 9 mentre l’intervento conclusivo di Giorgia Meloni è previsto per le ore 12.30. Il congresso si concluderà con l’elezione dell’assemblea. La scelta di Trieste come sede del secondo congresso nazionale non è stata per Fratelli d’Italia un caso: Trieste ospita, infatti, alcune delle memorie più care alla storia della comunità nazionale italiana ed è considerata la sede ideale per celebrare un congresso che intende sviluppare i temi del recupero del sentimento e del valore della Patria.
IL 25 E IL 26 NOVEMBRE LA GAZEBATA DI FDI CONTRO LO IUS SOLI. “L’Italia a chi la ama. No Ius soli. Firma per fermarli”: sabato 25 e domenica 26 novembre Fratelli d’Italia si mobilita ancora contro la legge con la quale il Pd e il Governo vogliono dare la cittadinanza automatica agli immigrati. Gazebi e banchetti verranno allestiti in tutta Italia per consentire ai cittadini di firmare la petizione avviata di FdI e che ha già superato la quota delle 100 mila sottoscrizioni in pochi mesi. Una iniziativa che, come già annunciato nelle scorse settimane dal presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in caso di approvazione della norma si trasformerebbe in una battaglia per chiedere il referendum abrogativo e che la leader di FdI considera il primo punto del programma di coalizione del centrodestra. Sullo Ius Soli l’impegno del partito è stato costante nei mesi e la posizione è chiara: se il Pd è davvero convinto della sua proposta inserisca lo Ius Soli tra i punti del suo programma per le prossime politiche e la smetta di ricorrere a scorciatoie, a fine legislatura. È possibile sottoscrivere la petizione anche attraverso il sito internet www.stopiussoli.com.

3 commenti:

  1. Carissima Giorgia, ma tu credi ancora che ci siano in ITALIA dei veri patrioti? Per quanto mi riguarda e penso che anche Tu sei dello stesso avviso gli ultimi sisono visti sui campi di battaglia nelle battaglie della nostra ex Africa orientale. Uno di questi...e ne sono fortemente orgoglioso era mio padre, che si è sciorinato 118 mesi di guerra sotto il Tricolore. Purtroppo poi sono arrivati gli attuali esterofili inglobalizzati per i quali un morto di fame italiano vale esattamente quanto un morto di fame in India...e su questo posso anche essere daccordo, solo che loro il pane lo portano fino in India ma non lo danno agli Italian. E qui siamo proprio fuori di testa.
    F.sco Della Rovere.

    RispondiElimina
  2. Giorgia Meloni è una donna che rappresenta i valori della destra di Almirante e del Msi, il dopo Fini. Chi è veramente di Destra non può che votare Fratelli d'Italia alle prossime politiche!

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)