Le imprese italiane delocalizzano, per qualche dollaro in più!

di Francesco Della Rovere. Il grande Adriano Olivetti diceva: "Il termine utopia è la maniera più comoda per liquidare ciò che non si ha voglia di fare, capacità o coraggio di fare. Un sogno sembra un sogno finché non si comincia da qualche parte: solo allora diventa un proposito, cioè qualcosa d'infinitamente più grande".
Un capitano d'industria, Adriano Olivetti, di una ingegnosità incommensurabile: se messo a confronto con l'intera categoria italiana, basta dire che anche il primo computer al mondo fu una sua invenzione! Peccato che altri "capitani d'industria" per sporco guadagno abbiano affossato ciò che egli aveva costruito per il benessere della sua grande famiglia, come definiva i suoi dipendenti. Un uomo, Adriano Olivetti, assolutamente unico nei rapporti umani con la gente che gli stava accanto. Altro che la delocalizzazione delle fabbriche in Romania o altrove come hanno fatto in tanti. Pensate, solo nel Veneto, in pochi anni, la delocalizzazione ci è costata oltre 14.000 aziende. Tutte, "Per qualche dollaro in più": come recita un vecchio western. Per questi ultimi, dal mio modesto punto di vista, tanto varrebbe privarli della cittadinanza italiana.

11 commenti:

  1. Carissimo Francesco, si parla bene con 'le corna' degli altri. I problemi sorgono quando 'il cornuto' in questione sei proprio tu. Mi spiego: a qualsiasi imprenditore piacerebbe restare a lavorare nel proprio paese di origine, ma quando in questo le condizioni economiche e burocratiche diventano impossibili, allora non resta che fare le valigie. Troppe tasse, troppa burocrazia, troppa criminalità e corruzione: MEGLIO ANDARSENE VIA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusa ma gli dai del cornuto? Ho capito male io.

      Elimina
    2. non mi permetterei mai, era solo una metafora bersaniana per spiegare come è facile fare della teoria sulle spalle degli altri, ma poi la pratica delle cose, la raltà, lo stare sul territorio a subire tasse e taccheggiamenti è ben altra storia... qua nisciuno è... 'cornuto', fino a prova contraria, no?

      Elimina
    3. OK ciao e buon giorno

      Elimina
    4. Caro Anonimo, non è certo abbandonando il campo di battaglia che s vince la guerra. Se così fosse tutti lo farebbero. Sappi, comunque, che io non ho girato tutto il mondo ma una metà certamente sì...e ti posso garantire che il più bel Paese del mondo è proprio quello che tu dici di abbandonare. La sola cosa che noi italiani non sappiamo fare è quella di mettere il fiato sul collo alla nostra classe politica, e per farlo bisogna restare qui e lottare col coltello tra i denti. Prima o poi quelli che ci affamano avranno paura e per l'intero Popolo Italiano risplenderà il sole. Ti auguro una buona serata.

      Elimina
  2. outsourcing e la delocalizzazione sono due facce della stessa medaglia.
    La modifica a suo tempo effettuata dell'art.2112 C.C., ha favorito le esternalizzazioni di attività. Molte aziende conservano il cuore dell'attività, esternalizzando ad altre società le restanti attività.
    La delocalizzazione è dovuta a molti fattori, compresa la globalizzazione. Un dato è evidente fra imposte dirette ed indirette - si arriva a pagare il 70%. Un mio caro e vecchio amico che ha un avviato bar sostiene "incasso 100 e 75 vanno in tasse". Senza una frenata del Debito Pubblico, non c'è calo delle tasse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mirandolina'6616 novembre, 2017

      Come il cane che si morde la coda: se le tasse non le paganao tutti, continuano ad aumentare e ad essere pagarte, anche per coloro che le evadono impunemente, sempre dai 'soliti fessi'; se non smettono di spreperare i denari pubblici il debito pubblico non finirà mai di crescere!

      Elimina
    2. Lavoratori e pensionati le TASSE le pagano eccome. Non è un caso che l'85% del gettito IRPEF lo garantiscono propriolavoratori dipendenti e pensionati.

      Elimina
  3. Per l'appunto in Italia le tasse le pagano soltanto i fessi, ovvero i lavoratori dipendenti, ma non perchè più onesti di tutti gli altri, ma perchè - tassati alla fonte - non riescono ad evadere neppure un centesimi, altrimenti....

    RispondiElimina
  4. "Il metodo dell'utopia è esercizio e gioco sui possibili laterali della realtà"
    (R.Ruyer) Lo sapevi gentile ROVERE. Una felice gionata caro Rovere.

    RispondiElimina
  5. Cosa significa per qualche $ in più:E' il titolo di un film?

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)