Per il Fisco, barbieri, lavanderie e fiorai sono i più poveri!

Se in Italia tutti pagassero le tasse per quanto dovuto, bè, allora, anche i 'soliti fessi', che le pagano fino all'ultimo centesimo, ne verserebbero circa la metà di quanto, invece, sono costretti a fare a causa di evasione ed elusione, che nel Belpaese sono lo sport nazionale che annovera, in assoluto, il più alto numero di praticanti!
Commercianti, piccole manifatture, servizi: nel popolo dei contribuenti sottoposto agli ''studi di settore'' c'è un 28% di ''irriducibili'' - in totale quasi un milione - che non rientra nei criteri di regolarità previsti dal fisco e nemmeno si adegua. E' quanto risulta dalle dichiarazioni dei redditi del 2016. Le tabelle, pubblicate dall'Agenzia delle Entrate, mostrano che nel 2016 dei 3,2 milioni di contribuenti - sottoposti agli studi di settore - il 64% è subito risultato congruo e la percentuale è salita al 71 con gli adeguamenti in dichiarazione. I commercianti sono per gli studi di settore i contribuenti che risultano meno congrui con il fisco: al primo controllo solo il 57 risulta in regola con i redditi dichiarati. Ma poi si adeguano e i regolari salgono al 68,6% e, nel calcolo degli ''irriducibili'', vengono superati dal servizi e piccole manifatture che rimangono irregolari rispettivamente al 31,9 e al 31,7%. I dati dell'Agenzia delle Entrate invece fotografano positivamente i professionisti: il 78,91% è subito in regola e, dopo gli adeguamenti, solo il 15,6% è irriducibile. Barbieri e parrucchieri, insieme alle lavanderie dichiarano al fisco ricavi troppo bassi che, per oltre la metà dei casi, risultano fuori linea - ''non congrui'' - con i parametri degli studi di settore: rispettivamente per il 55 e il 52% dei casi. Seguono i fiorai (47%). Molti dei non regolari si adeguano con la dichiarazione dei redditi alle soglie minime indicate dal fisco. Le discoteche, invece, sono regolari al 58%, ma nel 95% dei casi mostrano incoerenze. Spetta agli amministratori di condominio la palma per il settore che mostra maggiore ''regolarità'' rispetto ai calcoli degli studi di settore. E' quanto emerge dalle statistiche relative al 2016 che li vede in testa con un 75% di congruità immediata, che sale al 79% dopo l'adeguamento in dichiarazione al reddito minimo previsto. Tra i settori più regolari anche i laboratori professionali di analisi: risultano in regola al 68% e poi salgono al 74% dopo la ''correzione'' in dichiarazione dei redditi. Si tratta di due settori dove, per il contrasto di interesse con i clienti che portano le spese mediche in detrazione al 730, risulta più difficile sfuggire al fisco.

2 commenti:

  1. Macchiavelli soleva dire che “Li homini si governano con li paternostri”. Ma quando il laicismo diventa furioso per fantasticheria anche nei mangiapreti si nota un certo rimpianto per “li paternostri”.
    Sentite invece cosa si dice alla De Agostini - l'antica e prestigiosa casa editrice di Novara - passata purtroppo nelle mani dei Drago e dei Baroli (due riservate famiglie della stessa Città senza remore quando si tratta di affari: “Con Igt diventiamo un colosso dei giochi (Gratta e Vinci, Lotterie e Slot Machines) ma resteremo etici!”.
    Avete capito? Affamando la gente con delle Slot truccate al massimo...e chissà se del tutto a loro insaputa, credono di potersi definire etici. Mentre a noi non resta che definirci “sfortunati” per il semplice fatto di essere caduti in simili mani.
    F\sco Della Rovere

    RispondiElimina
  2. Il sistema fiscale è fatto per far pagare tutto ai poveri (dipendenti o commercianti che siano) e molto poco ai ricchi. Un esempio lampante è il regime dei minimi. Se un lavoratore dipendente non lavora perché disoccupato o in attesa di occupazione non paga le tasse. Un commerciante, invece, deve pagare 900 e rotti euro ogni tre mesi a prescindere da quanto incassa o guadagna (e cioè ipotizzando che tale cifra sia 0, altrimenti diventa 900+una percentuale di quanto realizzato). Se lo Stato prendesse il giusto incasserebbe di meno di quanto fa oggi. La scusa dell'evasione (signori ci sono anche i soldi che incassa la Mafia in questa cifra) serve a tartassare chi deve pagare per tutti e che ovviamente è l'anello debole del sistema, mica il pezzo da 90...

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)