Salvini c'è.

di Alessandro Morelli. Chi l'avrebbe detto, non 10 anni fa ma solo due o tre. Un simbolo rappresentante il segretario della Lega è riuscito a raccogliere in alleanza con FdI il 5,6% eleggendo i primi rappresentanti nel Parlamento siciliano. Un successo di cui lo stesso Salvini non nasconde l'orgoglio per il risultato merito "di una campagna elettorale molto combattuta in una Regione bellissima che ha enormi potenzialità che non sono espresse da una politica assente se va bene
perché quando è stata presente ha fatto disastri". Il leader leghista, forte di un'intera settimana passata tra treni dei pendolari, mercati del pesce e produttori di pomodoro nell'Isola oggi rivendica una posizione forte, visto che la Sicilia è stato il banco di prova della sua lista tanto che nelle ore successive alla vittoria ha spiegato di essere "emozionato e orgoglioso per i risultati ottenuto. I voti della Lega sono stati fondamentali per l'elezione di Nello Musumeci. Sempre più convinto della mia scelta di offrire a tutti i 60milioni di italiani la nostra proposta politica fondata sull'onestà, concretezza e buona amministrazione". Altro grandissimo risultato è quello di Ostia, dove 'Noi con Salvini' raccoglie il 4,2% in una situazione politica molto complicata dal punto di vista elettorale. A contendere l'elettorato al Capitano infatti non c'era solo FdI ma anche Casapound che con toni differenti spesso tocca gli stessi argomenti dei partiti di centrodestra. Qui la lista di estrema destra ha raccolto gran parte del malcontento raggiungendo il 9%. Insomma la Lega, che in questo turno amministrativo si è presentata al Sud con il simbolo Noi con Salvini, inizia a macinare successi ben sotto il Rubicone e se prima i territori di frontiera erano considerati la Toscana e l'Emilia ora la calata nazionale è una logica conseguenza in vista delle prossime elezioni politiche di primavera.

Commenti

Anonimo ha detto…
Bravo Salvini, un ottimo leader.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Mille euro per tutti!?

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!