Emma Bonino sui migranti: 'Senza di loro nessuno raccoglierebbe i pomodori'!

di Salvatore Santoru. Emma Bonino, candidata alle elezioni del 2018 con la lista '+Europa', ha affermato che gli attuali flussi migratori che interessano l'Italia sono assolutamente indispensabili per l'economia e la società italiana, specialmente nel campo della scuola e dell'agricoltura. Tali affermazioni hanno fatto e faranno discutere soprattutto per determinate parole utilizzate dalla politica dei Radicali.
Più specificatamente, Emma Bonino ha sostenuto che i figli dei migranti sono circa 800mila e senza la loro presenza ben 68mila insegnanti non avrebbero lavoro. Inoltre, la candidata di +Europa ha sostenuto, come riportato da 'Libero', che "se non ci fossero immigrati nessuno raccoglierebbe pomodori e olive". Inoltre, ha ricordato che almeno 800mila famiglie italiane hanno una colf e senza i migranti non vi sarebbero colf. Le affermazioni della Bonino hanno scatenato una certa polemica nel mondo dei social network, in particolar modo sui social. Ciò che si è contestato in particolar modo alla Bonino è l'aver sostenuto che l'Italia ha bisogno di molti migranti per fare lavori generalmente a basso reddito come il raccoglitore di olive e pomodori nei campi.

Commenti

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

Basta #stipendidoro, per sanare il debito pubblico ed efficientare la P.A.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!