Abbiamo 40 mila euro di debito pubblico a testa! Ce lo ricorda un contatore in Stazione.

Il debito pubblico sale, la busta paga scende, le tasse salgono e.. il morale s'affloscia, la pressione s'ammoscia! S'ammoscia, s'ammoscia, s'ammoscia… di giorno e di notte, ogni volta che prendi il treno! Infatti, da oggi fino alla conclusione della campagna elettorale, un "contatore del debito pubblico" sarà presente sui Maxi-Led delle Stazioni di Milano Centrale, Roma Termini e Roma Tiburtina. Con 855 passaggi al giorno, l'Istituto Bruno Leoni di Torino prova in questo modo a ricordare ai passeggeri-elettori che "ogni promessa è debito". "Da quando sei partito da Roma il debito pubblico è cresciuto di 115 milioni. Oltre 2.000 miliardi che pagherai anche tu. Eppure in questa campagna elettorale, la politica promette, promette, promette. Tante promesse, ma una sola certezza: Il Debito! Ma ricorda, ogni promessa è debito. Ogni promessa fa debito.", così recita l'annuncio, nel quale il "contatore del debito pubblico" scorre continuamente, ricordando ad ognuno di noi un debito pro capite di circa 40.000 euro, bebè inclusi! Insomma, un messaggio dal sapore funesto, un po' come quel monaco che la sera bussava alla porta dei confratelli recitando: "Ricordati che devi morire"!

Commenti

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Mille euro per tutti!?

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!