Povera, Vecchia, Italia: diminuiscono le nascite, aumentano i migranti!

Con questi chiari di luna, mettere su famiglia è praticamente impossibile. Stiamo parlando naturalmente dell'Italia, fanalino di coda di tutta Europa, prima solo in fatto di tasse, debito pubblico e immigrazione. Ultimi in tutto, persino nel calcio, dove gli azzurri della 'pedata' sono persino rimasti fuori dal campionato del mondo! Siamo un Paese vecchio e malandato, a natalità zero, dove quei pochi giovani che rimangono campano alle spalle dei nonni, oppure emigrano. Chi rimane sono i 'vecchi', sempre più numerosi e abbandonati, senza cure mediche e assistenza! E' quanto rileva l'Istat nel suo bilancio demografico 2017. La popolazione residente al 1 gennaio 2018 scende a 60 milioni 494mila, segnando una diminuzione di centomila persone (-1,6 per mille) rispetto all'anno precedente. Inoltre nel 2017 si é registrato un nuovo minimo storico per le nascite, che hanno toccato il picco del -2% rispetto al 2016 con solo 464mila nuovi nati. I decessi sono stati invece 647mila, 31mila in più del 2016 (+5,1%). Il saldo naturale della popolazione nel 2017 è dunque negativo (-183mila) e registra un nuovo minimo storico. Aumentano gli stranieri in Italia secondo gli Indicatori demografici dell'Istituto di statistica, pari a 337mila persone (+12%). Nel 2017 il saldo migratorio con l'estero, positivo per 184mila unità, registra un incremento sul 2016, quando fu pari a +144mila unità.

Commenti

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DEL MESE

Cronaca di un ‘ceto medio’ che non c’è più.

Roma Capitale, #alberiperilfuturo. E per Via Savona!?

Il carabiniere cade, gli antifascisti lo pestano.

Lo zoo nell’urna, dal giaguaro smacchiato di Bersani al panda carnivoro di Grillo passando per altre 'bestiali' amenità.

Basta #stipendidoro, per sanare il debito pubblico ed efficientare la P.A.

La globalizzazione del lavoro al minimo sindacale.

San Remo. L'Italia, ingabbiata dalla crisi, non canta per amor, canta per rabbia!