mercoledì 18 gennaio 2017

Pensione anticipata 2017, Statali penalizzati!

di Alessandra De Angelis. Sia che facciano ricorso all’Ape Social, sia che arrivino a 41 anni di contributi, in caso di pensione anticipata 2017, i dipendenti statali subiranno una penalizzazione pesante di cui pochi giornali e siti di informazione parlano. Flessibilità si quindi, ma non per tutte le categorie di lavoratori allo stesso modo. Questo perché i dipendenti pubblici dovranno prestare attenzione ai termini di erogazione dei trattamenti di buonauscita. Per quanto riguarda l’APE social è previsto che i termini di pagamento della buonauscita decorreranno al compimento dei 66 anni e 7 mesi (attuale requisito anagrafico per il pensionamento di vecchiaia).
A conti fatti quindi i dipendenti statali riceveranno la prima rata del TFS non prima che siano trascorsi almeno 12 mesi dal compimento dei 66 anni e 7 mesi di cui sopra. Discorso simile, anche se non del tutto identico, per la pensione anticipata con quota 41 (o tramite RITA): le indennità verranno riconosciute non appena il soggetto matura il diritto alla corresponsione delle stesse. Di fatto quindi il pagamento sarà fissato tra i 12 e i 24 mesi dalla data del pensionamento teorica.

Nessun commento: