lunedì 11 settembre 2017

Italia insicura.

Alle emergenze sociali di un Paese dilaniato da una crisi economica e finanziaria senza fine, si vanno rovinosamente sommando anche le criticità di un territorio idrogeologicamente insicuro. Prima i terremoti, i crolli, i morti, il caldo, la siccità, gli incendi, le coltivazioni e gli allevamenti decimati dalla canicola. Adesso le perturbazioni devastanti che, come gli esperti prevedono, si abbatteranno rovinosamente sull’Italia con piogge torrenziali, bombe d'acqua, inondazioni, frane e slavine. Siamo un Paese ad altissimo rischio idrogeologico e con una classe dirigente di bassissimo spessore incapace di governare e di amministrare la cosa pubblica, di gestire le emergenze e tanto meno di prevenirle.
Ricostruzione e Rinascita sono soltanto parole che restano stampate sui manifesti per il tempo di una campagna elettorale: tante chiacchiere, pochi fatti! Mai l’Italia è stata tanto insicura come oggi.

Nessun commento: