mercoledì 22 novembre 2017

Beppe Grillo, protagonista della politica, stando fuori dal Parlamento.

di Savino Giacomo Guarino. Beppe Grillo, a mio avviso, deve essere annoverato fra i più importanti leader politici italiani, un leader che passerà alla Storia.
La sua inimitabile originalità, consiste in questo: aver compreso che si può determinare ed influenzare la politica italiana, stando fuori dal Parlamento. Stando fuori dal Parlamento, Grillo, ha fatto entrare in Parlamento 163 volti nuovi. Stando fuori dal Parlamento, Grillo, ha fatto entrare negli Enti Locali una nutrita schiera di volti nuovi. Grillo ha dimostrato che quello che veramente conta è una capacità convocatoria, quella capacità che ti permette di riempire le piazze. A scanso di equivoci, non ho votato M5S; questo però non mi impedisce di mettere in rilievo l'originalità del Movimento creato da Beppe Grillo. Grillo ha aperto una strada, indicato una via, a chiunque voglia lasciare una propria impronta nella politica (locale, regionale, nazionale). Non conta tanto essere nelle Istituzioni, quello che conta è riuscire a coinvolgere nel proprio messaggio, il maggior numero di persone. Alcuni esempi dimostrano che si possono fare diversi mandati parlamentari, senza produrre il benché minimo cambiamento. Il fenomeno Grillo, dimostra ampiamente che si può modificare profondamente lo scenario politico, standosene in tribuna, dalla tribuna del pubblico, essere protagonista della scena.

11 commenti:

Dora ha detto...

Analisi ottima, sintetica e soprattutto chiara

Anonimo ha detto...

Senza di lui non c'è M5S

giorgetta53 ha detto...

LA pacatezza rafforza i commenti, gli articoli, le tesi

francesco della rovere ha detto...

Caro Savino, hai perfettamente ragione... e sai benissimo conoscendoci da oltre 25 anni, che io la penso in questa maniera fin dal lontano 1990 quando scrissi che si poteva fare la politica in maniera diversa. E quando dissi che le Elezioni si potrebbero fare anche per telefono, con tutte le garanzie tecniche che una Azienda torinese mi diede quando chiesi ragguagli sulla fattibilità. Un caro saluto.

Anonimo ha detto...

GRILLO ha innovato profondamente il modo di pensare la politica. Ha dimostrato che si possono trovare soluzioni innovative, soprattutto dal punto di vista comunicativo. Sicuramente la partitocrazia dovrà misurarsi con il M5S

Anonimo ha detto...

Lo ha aiutato molto l'apporto del grandissimo informatico Casaleggio

Pyper553 ha detto...

GRILLO ha usato molto bene la piazza, parlando allagente e radunando sempre migliaia di persone. Il contatto con la piazza da tempo non è coltivato da molti leader.

Anonimo ha detto...

Il M5S in alcuni grossi Comuni ha dei problemini:Torino ne è un esempio.Dopo un inizio che sembrava trionfale inizia qualche scricchiolio

Joily9993 ha detto...

L'indebitamento di TORINO è aggravato dalla presenza di troppo contratti di strumenti finanziari derivati che non stanno renedendo molto, stando ai dati rilevati ed ufficiali.

Anonimo ha detto...

Amministrare Città come Torino e Roma, richiedono una grandissima esperienza. Non ci si può improvvissare. Non serve solo laurea, master,ecc., serve tanta, tanta, tanta tanta umiltà. Certe signore rampmanti pensano di aver scoperto la politica: Si leggano Mazarino, cosa consigliava nel breviario del politico. Speriamo in bene soprattutto per i Cittadini

Anonimo ha detto...

Un vecchio adagio:Se i vecchi potessero e sei giovanni sapessero. Purtroppo non sempre si pensa alle inconbenze che comporta fare il Sindaco, le responsabilità di vario tipo. Si è giovani e forti, ma non basta, le insidie in politica sono dietro l'angolo.