mercoledì 27 dicembre 2017

C'è una 'finestra' nel mar Iono che allontana Calabria e Sicilia. Rischio terremoti.

Il Ponte sullo Stretto di Messina? Bello e impossibile! Infatti, uno studio condotto dai ricercatori italiani
dell'Istituto di scienze marine Ismar-Cnr di Bologna, dell'università di Parma, dell'Ingv e del Geomar (Germania) e pubblicato su Nature Communications, ha scoperto un sistema di spaccature profonde, un sistema di faglie diffuso non lontano dalle coste, che causa i terremoti nel Sud Italia: una vera e propria "finestra" sotto il mar Ionio. Una scoperta importante che contribuisce a spiegare il lento, ma progressivo allontanamento della Sicilia dalla Calabria e l'alto rischio di terremoti nella zona. Per cui parlare di 'ponte sullo Stretto' è soltanto un mero esercizio della politica, privo di ogni fondamento scientifico.

1 commento:

Claudio Fogazza ha detto...

la fenditura è la divisione dei due continenti Africa ed Europa
ma il Ponte di Messina può resistere a terremoti sino al 9 grado
e a trazioni superiori a quelle previste dagli scienziati
inoltre il Ponte e il Passante sottomarino fra Mazara e la Tunisia
fa parte del Corridoio Uno Berlino Città del Capo
mentre il corridoio due Kiev Città del Capo è in corso d'opera in Marocco
e passerà dal Sahel incontrando il corridoio uno
i popoli che si trovano sul tragitto di queste due infrastrutture
avranno un fortissimo sviluppo economico