lunedì 8 gennaio 2018

Promesse elettorali, promesse da marinaio!

di Pier Giorgio Tomatis. Una volta al Governo c'era la Dc e si diceva e scriveva che prima delle elezioni si asfaltavano le strade (mancetta preelettorale)
per poi scoprire nelle finanziarie successive i soliti aumenti dei ticket sanitari, del prezzo dei tabacchi, bolli e via discorrendo. Oggi, se vogliamo, c'è un po' più di indecisione sul risultato elettorale e le notizione bomba sui programmi elettorali sono ripartite su più possibili vincitori. Le promesse (ovviamente) si sprecano e c'è chi promette dentiere e veterinario gratis, chi un reddito di cittadinanza e chi (addirittura) l'abolizione della tassa più odiata dagli italiani (il canone RAI). Promesse da marinaio, lo sappiamo tutti e benissimo. Terminata la competizione i partiti torneranno a cercar di far quadrare i conti dello Stato cercando di favorire gli amici degli amici e i loro orticelli. Tanto Pantalone pagherà sempre i conti per tutto e tutti. E poi, il bello delle promesse è che si possono tradire con grazia, eleganza o con forza e violenza tanto gli italiani sanno dimenticare e 5 anni di legislatura sono così lunghi da trascorrere. I partiti non hanno nemmeno paura di veder scomparire i grossi nomi che hanno legato i propri destini a quello della politica perché questi veri e propri soloni non muoiono mai e (anzi) risuscitano più vivi di prima ad ogni tornata elettorale. E se proprio stanno per scomparire dai radar c'è sempre il ruolo di senatori a vita o quello di presidenti della repubblica a ridar loro un po' di notorietà e lustro. L'Italia non è cambiata di una sola virgola in questi ultimi decenni e se analizziamo bene le idee dei componenti dei vari governi che si sono succeduti negli anni scopriamo che fondamentalmente ci troviamo di fronte a rinnovati episodi di pentapartito (PSDI, PSI, PRI, DC, PLI) con il PCI all'opposizione da una parte e il MSI dall'altra. Altro che Destra e Sinistra…

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI