mercoledì 21 febbraio 2018

I prodotti per pulire casa fanno male quanto venti sigarette al giorno!

I prodotti da pulizia - principalmente spray - utilizzati quotidianamente possono essere dannosi per i polmoni tanto quanto venti sigarette fumate ogni giorno. A rivelarlo è un nuovo studio arrivato direttamente dalla Norvegia. Secondo i ricercatori, la capacità dei polmoni delle donne che puliscono abitualmente con prodotti chimici risulta inferiore alla capacita dei polmoni di chi non lo fa. Anche l'asma risulta essere più frequentemente associato a chi fa uso di quel genere di prodotti. Oistein Svanes, uno dei ricercatori dello studio, ha dichiarato: "Il messaggio che vogliamo trasmettere è che a lungo andare la pulizia fatta usando sostanze chimiche causa danni piuttosto consistenti ai polmoni. Queste sostanze chimiche di solito non sono necessarie; panni in microfibra e acqua sono più che sufficienti per la maggior parte delle pulizie domestiche". "Respirare qualsiasi tipo di agente inquinante può avere un impatto sulla nostra salute, specialmente per chi convive con disturbi polmonari. Questo studio conferma inoltre che l'inquinamento atmosferico può provenire da una serie di fonti, tra cui vernici, adesivi e prodotti per la pulizia che usiamo al chiuso. Mantenere le nostre case ben ventilate, utilizzando detergenti liquidi anziché spray e controllando che le nostre cucine e le stufe siano in buone condizioni di funzionamento, ci aiuterà a proteggerci e ad impedire che i prodotti quotidiani impattino sui nostri polmoni" ha affermato Sarah MacFadyen, della British Lung Foundation.

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)