mercoledì 14 febbraio 2018

Immigrazione di massa, cui prodest?

di Maria Pia Caporuscio. Lascia sconcertati il comportamento della politica davanti a fatti di una gravità terrificante come quelli toccati a quel piccolo fiore chiamato Pamela. Tanto che viene istintivo chiedersi: se al posto di Pamela ci fosse stata la figlia di uno di 'lorsignori', si comporterebbero con questi 'cannibali' allo stesso modo? Ma quando il popolo italiano si sveglierà da questo incantesimo? Quando si renderà conto di pagare stipendi da lotteria ai politici? Questa gente è stata incaricata di governare l'Italia non di sbranarla. Come abbiamo potuto permettere a questi amministratori di diventare padroni della nostra nazione? Con quale diritto costoro hanno svenduto la nostra sovranità monetaria e civile alle banche mondiali senza chiederci il permesso. Ci hanno dimezzato gli stipendi, tolto il lavoro fisso e i diritti acquisiti mentre 'loro' si incollano il culo alle poltrone fino alla morte e guai a chi tenta di strappargliele. Ecco spiegato l'odio che hanno contro il Movimento 5 Stelle, che ha la pretesa di far governare l'Italia da gente onesta. Lorsignori si comportano come fossero i padroni dell'Italia fino ad arrivare a spalancare le porte ai barbari, mentre le nostre città conservano ancora i resti delle mura che le circondavano, alzati dai nostri avi per difendersi proprio dai barbari. Come fanno a pretendere che dei 'cannibali selvaggi' possano integrarsi alla nostra cultura? Solo gli scemi possono credere ad una scemenza come questa. Oppure vogliono che siamo noi a tornare all'età della pietra? Che motivo hanno lorsignori (che manteniamo alla bella vita con le nostre tasse) a far invadere l'Italia dagli africani? Diciamola una buona volta la verità: il capitale di cui sono servi non ha alcun interesse ad integrare i migranti, ma a disintegrare i residenti, affinché si adattino anche loro allo stile di vita apolide e nomade, senza fissa dimora, senza nessun tipo di radicamento alla nazione, alla famiglia, alla casa e al lavoro. A beneficiare di questa immigrazione di massa sono solo i capitalisti che hanno schiavi a basso costo e riescono ad abbassare i salari dei residenti, a ridurne i servizi a privarli di ogni forma di diritti e quindi arricchirsi ancor più, uccidendo la civiltà conquistato dopo secoli di lotte. Certo per i politici questo scempio fa comodo, loro hanno la scorta e viaggiano in auto blindate e le loro case sono protette da guardie armate e i loro figli non corrono i rischi che corrono i figli dei cittadini. Sarebbe giusto privare anche loro di tutti i privilegi e costringerli a prendere la metro per recarsi al lavoro e a scuola i loro figli. Solo così riuscirebbero a capire i danni che stanno facendo al popolo italiano.

Nessun commento: