mercoledì 28 marzo 2018

La nuova vita del "Dibba".

Uno "stand by" strategico per baipassare il vincolo dei due mandati, non bruciare due leader in una sola legislatura e fare la staffetta con Di Maio dal quale ricevere il testimone a fine mandato!?
Chi vivrà vedrà. Per il momento il Dibba cambia vita. Basta politica, adesso è tempo di viaggiare e scrivere. Il Dibba nazionale è felice come una Pasqua! Un Alessandro Di Battista diverso dal tribuno della plebe che in nome delle 5Stelle arringava le folle e si batteva per un'Italia diversa alla larga dalla casta politica corrotta e lontana dalla gente. Un Di Battista con una nuova vita. Non solo quella tutta casa e famiglia, ma c'è di più. Il suo futuro prossimo, che lo vedrà definitivamente nei panni del "Reporter" dagli Stati Uniti e dall'America Latina per 'Il Fatto', il quotidiano diretto dall'intellettuale dei 5Stelle. Di Battista non si limiterà a scrivere, produrrà dei documentari in video che verranno trasmessi da Loft, format del Fatto. Prime mete: California, Messico, Guatemala. Per mostrare altre realtà, nuove idee. Con lui ci saranno la moglie e il figlio piccolo, partenza il 1 giugno e via in viaggio e a scrivere fino al termine del 2018. Ma non finisce mica qui. Secondo 'Il Giornale' la Mondadori, che ha già pubblicato il primo libro del Dibba, "Meglio liberi", avrebbe offerto 400 mila euro di anticipo per aggiudicarsi il prossimo, al rientro dal viaggio tra Usa e Guatemala. Insomma, non un allontanamento dal MoVimento 5 Stelle, di cui resta sempre un fedelissimo, ma la conferma della voglia di una nuova vita, già annunciata con la non ricandidatura al Parlamento l'anno scorso. Certo cambiare vita, così repentinamente, non è da tutti, se non altro perché sono in pochi a poterselo permettere. Ma questo è un grande Paese e come spesso accade… c'è chi può e chi non può!

Nessun commento: