martedì 6 marzo 2018

Per questa Juve niente è impossibile!

Domani a Wembley il Tottenham, il 14 marzo a Torino l'Atalanta per il recupero di campionato, quindi lo scontro diretto del 22 aprile a Torino contro il Napoli. La Juve entra nel vivo della sua stagione, impegnata, come ormai le capita spesso, nella fatidica 'tripletta' di Champions League, Campionato e Coppa Italia dove la finale contro il Milan è già stata messa in cantiere! Niente di impossibile, anche se l'impegno più difficile, dopo il 2 a 2 a Torino, resta proprio la partita di ritorno, domani sera, contro gli inglesi, con il 'Pipita' in dubbio e la certezza di dover fare a meno di Bernardeschi, Cuadrado e De Sciglio. Per la Juve non sarà facile, occorrerà una grande partita, ma considerato il carattere della squadra e che le cosiddette 'riserve' giocherebbero da titolari in qualsiasi altra formazione del mondo, niente è impossibile per i bianconeri, che comunque stanno sempre lì, a lottare su tutti fronti! Il morale della truppa è molto alto dopo la vittoria ottenuta in extremis contro la Lazio, e, certo, migliorerebbe ancora di più con una conferma dell'avvenuto recupero del 'Pipita', out per il problema alla caviglia rimediato nel derby della Mole. Ma la forza della Juve è crederci, lottare fino all'ultimo minuto, non mollare mai: è il suo dna. Come è successo sabato all'Olimpico, contro la Lazio, dove lo 0-0 sembrava deciso, prima del colpo di genio di Dybala al 93'. La 'Joya', con un lampo di classe, ha regalato alla Juventus una vittoria pesantissima contro la Lazio. Allegri spera in un copione analogo a Londra. Insomma, Tottenham-Juventus potrebbe essere la partita della definitiva consacrazione di Paulo Dybala!

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)