venerdì 6 aprile 2018

Assenteismo: indagati metà degli impiegati del Comune di Ficarra.

di Mauro Guidi. La vicenda dei 23 dipendenti del Comune di Ficarra (Messina) indagati per assenteismo in seguito ad un'inchiesta della Procura di Patti ha messo in evidenza due possibili ed opposte valutazioni.
Una decisamente giustizialista con il classico atteggiamento di chi appoggia senza riserve l'azione della magistratura contro la corruzione, anche a scapito delle garanzie individuali del cittadino; l'altra garantista che invoca la rigorosa osservanza delle garanzie giuridiche a tutela dell'individuo sottoposto ad azione penale. Questo secondo criterio di valutazione, sempre più dilagante nella nostra società, propone un'attenzione particolare per comprenderne motivazioni e italiche virtù. Il garantismo è giustificato dai modelli etici poco edificanti di molti personaggi che hanno responsabilità e funzioni dirigenziali, oppure dalla dilagante e diffusa non-conoscenza di diritti e doveri? Una capziosità senza esito che ricorda il famoso quesito: ''è nato prima l'uovo o la gallina? ''.

1 commento:

Anonimo ha detto...

E i furbacchioni della politica perché nessuno li indaga? Politicanti che si presentano anche una sola volta in un anno prendendo stipendi da capogiro non mille euro al mese sarebbe normale? Lu pesce dalla capa feta!