giovedì 12 aprile 2018

Cartellino rosso alla Juve. L’arbitro decide che deve essere il Real a passare il turno di Champions!

Niente è impossibile nel calcio. La Roma che ha ribaltato il 4 a 1 di Barcellona, rifilando tre pappine ai blaugrana nella notte magica dell'Olimpico, ha passato il turno. La Juve che ha pareggiato i conti con il Real Madrid rifilandogli tre pallini al Bernabeu, no.
Infatti, se per i giallorossi è bastato il tre a zero, non è stato così per i bianconeri. L'impresa, ai confini del miracolo, si è trasformata in beffa atroce, a tempo scaduto, quando Benatia ha dato una veniale 'tamponatina' a Vazquez, ma, soprattutto, ha concesso l'occasione all'arbitro d'inventarsi un rigore inesistente! Nel calcio niente è impossibile, dicevamo. E così è stato possibile che un arbitro ha alzato sù il cartellino rosso, buttando fuori dalla Champions la Juve. Senza ricordare il 'You pay!' di Chiellini a Marcelo, per il rigore che non c'era, vogliamo credere, per amore del calcio, che l'arbitro non avesse più le gambe per affrontare i supplementari. Una cosa è certa, in Italia la Juve non avrebbe mai ricevuto un simile benservito! Ma ormai è risaputo che l'Italia in Europa non conta niente.

Nessun commento: