mercoledì 11 aprile 2018

La mazzetta, male incurabile.

In Italia la corruzione è un male incurabile, peggio del cancro, soprattutto quando colpisce chi dovrebbe curarlo, ovvero, i camici bianchi!
Quote della società - di cui erano soci occulti - e i relativi utili, sponsorizzazioni per la partecipazione a programmi televisivi, contratti di consulenza, royalties per la vendita di prodotti sanitari, pagamenti delle spese per la partecipazione a congressi, ma anche promesse di prestiti o la sistemazione per i figli, in cambio di forniture ospedaliere. Queste le mazzette, secondo gli investigatori, incassate dai camici bianchi! E stiamo parlando della Sanità della Regione Lombardia, fiore all'occhiello di tutto lo Stivale; stiamo parlando di "gente" che non vivacchia certo con uno stipendiuccio - che comunque non giustifica la mazzetta - ma di "gente" che viaggia su stipendi molto, ma molto 'importanti'. Eppure, a certa "gente", non gli basta mai! Due primari dell'ospedale Pini di Milano, due del Galeazzi e un direttore sanitario sono stati posti agli arresti domiciliari, mentre un imprenditore è finito in cella nell'ambito di un filone di indagine sulla sanità milanese. Le accuse sono di corruzione. I primari si sarebbero accordati con le ditte fornitrici per ordinare forniture in cambio di tangenti e regali. A questo punto sorge spontanea la domanda se è più difficile la lotta al cancro o alla corruzione!

Nessun commento: