giovedì 10 maggio 2018

Caro Silvio, ma ti rendi conto della cazzata che stai commettendo?

di Vittorio Feltri. Caro Berlusconi, temo che tu abbia calato le brache e ti sia sottomesso al diktat di Di Maio che respinge la tua partecipazione alla maggioranza.
Mi stupisce che un uomo come te, con un passato da imprenditore formidabile e politico di successo, possa cedere ai capricci del pistolino al vertice dei 5 Stelle. Immagino tu abbia accolto i consigli sbagliati di Confalonieri e di Letta, persone perbene, d'accordo, ma che di politica capiscono solo gli spiccioli e perdono di vista il tuo enorme interesse. Come si può pensare che Silvio si inchini all'ostracismo esercitato contro di lui da un ragazzino sprovveduto quale è Giggino Laqualunque, convinto di essere diventato il padrone del vapore? Sono indignato. Di Maio non ti tollera tra i piedi e tu ti fai in disparte? Mi aspettavo che lo mandassi affanculo. Invece ti inchini al volere di un tizio che sbaglia i congiuntivi e afferma che la Russia è un Paese mediterraneo. Non desidero credere a una simile sciagura. Se Forza Italia si astiene anziché stare all'opposizione, si priva del diritto di esercitare un severo controllo sulla attività governativa. È una forma di resa al ricatto dei pentastellati che ti detestano e non ti sopportano. Ti consegni a una banda di sciagurati che predica incoscientemente il reddito di cittadinanza e la decrescita felice. Ti rendi conto della cazzata che stai commettendo? Ti prego, rifletti. E dì a Salvini che senza gli Azzurri il centrodestra va sotto, in percentuale, al Movimento grillino. Cosicché la Lega, alleandosi con esso, sarà un socio di minoranza e non avrà la forza di imporre la propria linea. Nell'esecutivo comanderà, a prescindere dal nome del premier, la banda Casaleggio. Solo all'idea che accada una cosa simile mi vengono i conati di vomito. Silvio, fai marcia indietro, lascia che coloro i quali pretendono di menare il torrone a Palazzo Chigi si arrangino. Tanto andranno a sbattere. Litigheranno da mane a sera e non combineranno niente. Non sono all'altezza del compito che presumono di svolgere egregiamente in favore dell'Italia. Non hanno e non avranno un programma serio e realizzabile. Abbandonali al loro destino. Fai quello che hai sempre fatto: il Berlusconi e non il cacasotto. So che non mi ascolterai. Ma il mio dovere è di avvertirti che stai facendo una puttanata. Molto meglio dare retta a Mattarella. È preferibile un esecutivo del cavolo che predisponga una legge elettorale nuova e meno scema dell'attuale di un gabinetto indecente quanto quello che si profila con il Movimento 5 Stelle in posizione di preminenza.

2 commenti:

  1. Per te i pentastellati sono una sciagura mentre un condannato per tanti reati tra cui l'associazione mafiosa è una qualità indispensabile per governare.
    Di Maio sbaglia i congiuntivi mentre l'igienista mentale, le mancate veline, le escort eccetera erano delle statiste, infatti insieme a tutti gli altri inutili buffoni che hanno portato l'Italia allo sfascio, erano dei geni della politica e della cultura.

    RispondiElimina
  2. MenoMalecheSilvioc'è12 maggio, 2018

    Silvio Berlusconi ha ottenuto dal tribunale di sorveglianza di Milano la "riabilitazione". Una decisione che di fatto cancella tutti gli effetti della condanna subita nell'ambito del processo sui diritti Mediaset nel 2013 e che apre nuovi scenari anche per la formazione del futuro governo. Sentenza che aveva fatto scattare l'incandidabilità imposta dalla Legge Severino. Se in questo momento si dovesse andare alle urne, Berlusconi avrebbe il diritto di presentarsi alla Camera dei deputati o al Senato della Repubblica.

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)