mercoledì 9 maggio 2018

Governo M5s-Lega, forse ci siamo! Berlusconi valuta la possibilità di dare il via libera al nuovo esecutivo con una ‘astensione benevola’ di Forza Italia.

Dopo l'ultimatum del Quirinale la politica è in fibrillazione, si tratta di evitare l'ennesima 'figuraccia' davanti agli elettori del 4 marzo. E chissà che, proprio in queste ore, non stia nascendo il nuovo governo italiano!?
Il vertice in corso tra Salvini e Di Maio è l'estremo tentativo di dare un governo politico al Paese. Una sorta di ultima spiaggia, prima del paventato voto balneare di mezza estate. Sul piatto della trattativa - per consentire il via libera da parte di FI all'Esecutivo 'M5s-Lega' - ci sarebbero anche ministri graditi al Cav, nomine pesanti in Rai e nelle principali commissioni parlamentari politiche. In ambienti azzurri sono state apprezzate le parole del leader M5s che parla per la prima volta di "nessun veto" nei confronti di Berlusconi: "Non è un veto su Berlusconi, è una volontà di dialogare con la Lega. Punto. Noi vogliamo fare un governo che preveda due forze politiche e non quattro. Perché lo abbiamo visto cosa succede quando si fanno i governi a quattro o a cinque forze politiche. Abbiamo detto: andiamo avanti insieme per un governo del cambiamento. Qual è il veto? Nessuno", stigmatizza Di Maio. Giovanni Toti (Fi), presidente della regione Liguria, rilancia: "Ho sentito Berlusconi stanotte. Il tema è che Lega e M5s hanno i voti per un accordo di governo, a cui Forza Italia non parteciperà con un appoggio esterno. Ma il che non vuol dire che non si possa guardare a questa esperienza di un nostro socio strutturale da 20 anni con critica benevolenza. Una specie di 'astensione benevola'. Dopodichè vedremo cosa faranno"."Ho cercato - ha aggiunto toti - di spiegare a Berlusconi che sarebbe un governo di cui non facciamo parte, ma dall'altro lato aiuteremmo Mattarella. Soprattutto se fosse guidato da Giorgetti. Un governo del presidente non sarebbe realizzabile, quindi credo che Forza Italia possa stare a guardare con una 'astensione benevola' un governo M5s-Lega. Non ho parlato di opposizione ma neanche di sostegno: se fosse un governo Di Maio-Salvini andremmo nel mezzo. Non credo che né Forza Italia né il centrodestra voterà un governo neutrale".

1 commento:

  1. Paolo Romani09 maggio, 2018

    Forse vale la pena che si sperimenti un governo giallo-verde, vediamo cosa può offrire... di sicuro ci sono precedenti illustri come col governo Letta e Monti, quando all'interno del centrodestra si erano assunte posizioni diverse senza rompere la coalizione. E' tutto un pò prematuro perché tocca vedere nelle prossime ore cosa accade. Aspettiamo che ci sia un accordo politico tra Di Maio e Salvini, penso che sia questo il problema, hanno appena chiesto 24 ore in più...

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)


PER LA TUA PUBBLICITÀ SU FREESKIPPER ITALIA

CONTATTACI PER LA TUA PUBBLICITÀ

Nome

Email *

Messaggio *