lunedì 2 luglio 2018

Salvini: “Si rassegnino i compagni, noi governeremo per i prossimi 30 anni”.

La 'Pontida di Salvini' è tutta un'altra cosa rispetto a quella di Umberto Bossi che invocava la secessione e raccoglieva le firme per trasferire alcuni Ministeri al Nord.
Quella di Salvini è una Lega diversa e non solo perché la parola "Nord" è stata cancellata dal simbolo ufficiale, non solo perché meno folcloristica di quella del rito dell'ampolla e delle lunghe corna da vichingo, ma soprattutto perché dà voce alle richieste degli italiani: sicurezza, tasse, giustizia, salute, scuola, lavoro, pensioni e immigrazione! Ma Salvini saprà dare risposte concrete a tutte queste richieste? "Sono qui per un patto d'onore e per un patto d'amore". Così il leader del centrodestra ha iniziato il suo intervento al raduno di Pontida salutando i presenti e invitandoli a evitare l'odio. "La vita è troppo breve - ha detto - Lasciamo che siano gli altri ad odiare e rosicare. Noi abbiamo tempo solo per costruire. Si rassegnino i compagni: l'Italia che noi governeremo per i prossimi 30 anni è una Italia che non ha paura di niente e nessuno, è un'Italia orgogliosa e fondata sulle autonomie. Io rinnovo l'impegno a cancellare la legge Fornero come legge ingiusta, disumana e profondamente sbagliata", ha detto dal palco. E ancora, no all'utero in affitto: "Non siamo qui per portare via diritti a nessuno. Ognuno a casa sua fa quello che vuole ma io difendo i bimbi che hanno il diritto di avere una mamma e un papà e le donne che non sono uteri in affitto". "Grazie alla Lega - ha detto in un altro passaggio - l'Europa diventerà una comunità di popoli, non di burocrati'. 'Penso a una Lega delle leghe in Europa che metta insieme tutti i movimenti liberi, sovrani', ha aggiunto. "Le Elezioni Europee dell'anno prossimo saranno un referendum fra l'Europa delle élite, delle banche, della finanza, dell'immigrazione e del precariato, e l'Europa dei popoli e del lavoro". Il segretario della Lega ha ribadito il progetto di una "alleanza internazionale dei populisti che per me è un complimento". E sul fronte criminalità, come per i trafficanti di esseri umani, da Pontida, anche per i mafiosi e i camorristi arriva l'avviso: "È finita la pacchia. Via dalla Sicilia e dalla Lombardia", ha sottolineato. "Spero - ha detto ancora - che entro l'estate ci sarà la legge per cancellare gli sconti di pena per assassini e stupratori". "Non ci dovrà essere nessuna pietà per assassini e stupratori". Infine il problema immigrazione: "I porti per chi traffica esseri umani sono e resteranno chiusi. Oggi c'è una terza nave che prenderà la via di un altro Paese e ce ne saranno anche una quarta una quinta e così via". Poi il segretario ha parlato del contratto di governo. "Sono contento e soddisfatto del lavoro del Governo Lega-M5S. Contano i fatti. Se vogliono farci litigare non ci riusciranno". Per Salvini quella di Roberto Fico, che si è detto a favore dell'apertura dei porti per le navi Ong, è "un'opinione personale. Io rispetto le opinioni di tutti, poi ci sono un governo e un ministro che fa. I porti sono e resteranno chiusi", ha aggiunto ribadendo la sua posizione sulle dichiarazioni del presidente della Camera. "Con i ministri che hanno la delega, Toninelli e Di Maio, siamo in perfetta sintonia poi ognuno è libero di esprimere le sue opinioni ma i porti italiani sono chiusi ai trafficanti di esseri umani". I dirigenti e i ministri dei 5 stelle "sono persone oneste, coerenti e con la voglia di cambiare il Paese". Salvini ha detto dal palco del raduno leghista di Pontida aggiungendo però subito che "se i porti si chiudono o si aprono lo decide il ministro dell'Interno".

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)