lunedì 29 ottobre 2018

Chi governa dovrebbe farlo nell'interesse del Popolo. di Alfredina Karega.

di Alfredina Karega. Le scelte finanziarie non sono un qualcosa a sé stante, separato dall'attività politica.
Le scelte finanziarie sono condizionate, a volte anche alterate, da finalità non certamente sociali, ma attente a determinati interessi economici. Non è raro che il Popolo accetti sacrifici superiori ai vantaggi che otterrà da determinate scelte dello Stato. Gli obiettivi e gli interessi di natura finanziaria, finiscono col prevalere! I due limiti dell'attività finanziaria pubblica sono: 1) massimo vantaggio per coloro che in quel momento sono al potere; 2) minimo vantaggio per coloro che hanno mandato al potere la classe dirigente. In una democrazia parlamentare il massimo beneficio dei governanti tende a restringersi a vantaggi di minore entità, mentre il minimo vantaggio del Popolo, si eleva avvicinandosi al massimo vantaggio conseguibile alle esistenti condizioni di fatto.

1 commento:

  1. 1.000 parlamentari a 19.000 l'uno! Ne bastano ed avanzono meno della 1\2.

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI