martedì 16 ottobre 2018

Immigrazione: il capro espiatorio dato in pasto alla gente. di Juliana Colacecchi

di Juliana Colacecchi. Quando andavo a scuola vedevo che spesso e volentieri, il più debole e meno prepotente, diventava il capro espiatorio della classe.
Sul posto di lavoro ho visto accadere la stessa cosa. In politica idem: lavoratori, pensionati, classi deboli, penalizzate con burocrazia, tasse e quant'altro. Ora il più debole è l'immigrato. Non dimentichiamoci che negli anni '60 a Torino, si vedevano cartelli del tipo "non si affitta ai meridionali". Oggi i meridionali, sono stati sostituiti dagli immigrati. Noi italiani non siamo da sempre emigranti per il mondo? Stranamente non vedo prendersela con: multinazionali, banche, speculatori, ecc, ecc. Sono troppo forti, in grado di farsi sentire. Al contrario dei poveracci senza santi in paradiso. Esistono in Italia anche tanti italiani poveri, ma erano poveri anche prima dell'arrivo degli immigrati. Pensiamo a quanti da sempre vivono in povertà dentro le baracche. Spero che non si affermi e consolidi un clima di odio verso i più deboli, che diventano capri espiatori. I più deboli di qualsivoglia colore, devono essere difesi. Il razzismo è sempre in agguato, non crediamogli è il nemico di tutti!

2 commenti:

  1. Nella Sacra Bibbia c'è la descrizione del capro espiatorio

    RispondiElimina
  2. prendersela coi poveracci, debole coi forti e forte coi deboli, non èforse questo il succo della ns. politica da molti lustri? Perchè cambiare: Cambiamo i suonatori ma non cambiamo la musica

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI