venerdì 19 ottobre 2018

La vera bocciatura alla Manovra del Popolo non arriva dalla Ue, ma dai lavoratori dipendenti e dai pensionati italiani.

di Redazione. L'Europa, come era facilmente prevedibile, ha bocciato la 'Manovra del Popolo'.
Ma quella di Bruxelles, più che una bocciatura economica, sembra un 'niet' politico, anche perché nel Def si tratta davvero di pochi spiccioli. Insomma, la Ue, in vista delle prossime elezioni europee, intende ridimensionare il nostro governo e frena i populisti giocando la partita dello Spread, che, infatti, è arrivato a toccare i 340 punti!
Questo il monito a tutti i paesi dell'Unione: Chi - come l'Italia - non obbedisce ai diktat della Troika finisce nel mirino della borsa, dei mercati e delle agenzie di rating. Quindi, alle elezioni di maggio, regolatevi di conseguenza!
Ciò detto, il fatto più grave è che la Manovra del Popolo è stata bocciata dagli italiani rimasti a bocca asciutta. Parliamo del popolo dei lavoratori dipendenti e dei pensionati che non avendo nulla da farsi condonare - e non perché più bravi o più onesti dei 'furboni del quartierone', ma solo perché buste paga e pensioni, per altro con cifre non molto dissimili a reddito e pensione di cittadinanza, sono tassati alla fonte - sono sul piede di guerra.
Altro che Pace Fiscale! Per questo popolo, per quello che fu il 'ceto medio', nella 'manovra giallo-verde' non c'è il becco di un quattrino.
Anzi, per lavoratori dipendenti e pensionati il salasso continua come è peggio di prima, in quanto chiamati a pagare tasse e balzelli che servono a finanziare il mancato gettito di chi evade e la maggiore spesa dei 'divanisti'.

5 commenti:

  1. I grillini sono animati sicuramente da buone intenzioni: ma POLITICAMENTE sono molto indietroe rischiano di fare arretrare ancora di più la nostr povera Italia

    RispondiElimina
  2. Cosa c'entra la Troyca? Siamo nei problemi da sempre: Lo sviluppo del Nord ind.le l'ha pagato il Sud. L'Italia ha enormi potenzialità:Agricoltura, Arte, Turismo, Pesca, Coste. Ci siamo voluti focalizzare sull'industria, anche se non abbiamo materie prime. Valorizzando adeguatamente Turismo, Arte, ecc., potevamo essere ricchi. Cementificazione, scarsa difesa di Ambiente e patrimonio artistico e paesaggistico. Lo si deve capire l'Industria da sola non basta. Non è l'auto, o la metallurgia a rilanciare il Paese. Puntare sulle eccellenza italiane anzichè mortificarle.

    RispondiElimina
  3. pensionati e lavoratori numericamente sono una forza, peccato che sia disunita e sparpagliata in tanti partiti

    RispondiElimina
  4. Non sottovalutiamo Europa, mercati e speculazione.
    Non sottovalutiamoli

    RispondiElimina
  5. paradisso maddalena24 ottobre, 2018

    Chi è intenzionato a combattere la povertà e fare giustizia sociale, varando il reddito di cittadinanza,rischia di restare fortemente deluso.
    Il reddito di cittadinanza gioverà soprattutto a:
    1) Lavoratori in nero.
    2) Fannulloni.
    3) Finti indigenti.
    Chi propone il reddito di cittadinanza, dovrebbe ricordare l’economista Milton Friedman “i buoni propositi sono pervertiti dai cattivi mezzi”.
    Chi propone il reddito di cittadinanza, dovrebbe ricordare che la ricerca della giustizia sociale è il più serio ostacolo all’eliminazione della povertà (von Hayek).

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI