venerdì 26 ottobre 2018

L’Italia dà all’Europa più di quanto riceve. di Rebecca Carugati

di Rebecca Carugati. Negli ultimi sette anni l'Italia ha versato nelle casse di Bruxelles 113,1 miliardi di euro ricevendone indietro appena 75,4.
In questo periodo di tempo siamo stati quindi contributori netti dell'Unione per ben 37,7 miliardi di euro, per una media di circa 5 miliardi di euro all'anno. Lo rivela una ricerca del Centro Studi Impresa Lavoro, realizzata su elaborazione di dati della Commissione europea. L'Italia è il 4° contributore netto in valore assoluto. Esistono poi dei percettori netti, ovvero quei fortunati Paesi che ricevono più di quanto versano alla UE come Spagna (14,9 miliardi in sette anni), Portogallo (20,4 miliardi), Grecia (31,8 miliardi). Purtroppo bisogna riconoscere che l'andamento della nostra economia, negli anni dell'Euro non ha brillato. Ma una cosa è certa: l'Italia come contribuente netto avrebbe diritto ad essere maggiormente ascoltata dalla UE.

3 commenti:

  1. Una conferma che l'Italia deve contare di più in Europa

    RispondiElimina
  2. "l'Italia come contribuente netto avrebbe diritto ad essere maggiormente ascoltata dalla UE." Solo per questo motivo la UE dovrebbe smetterla di criticare la manovra

    RispondiElimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI