lunedì 15 ottobre 2018

Pensioni, è tempo di contro-Riformare età pensionabile e contributivo.

di Redazione. Il sistema previdenziale va rivisto in toto.
Non solo per quanto riguarda l'età pensionabile, assurdi i parametri fissati dalla legge Fornero. Non è accettabile che le future generazioni debbano essere collocate in quiescenza dopo i 70 anni. Ma soprattutto va rivisto e corretto anche il contributivo 'secco'. Ovvero, "con quale assegno si andrà in pensione". Il contributivo da solo non basta a garantire una vecchiaia serena. E non basta soprattutto a chi percepisce uno stipendio medio-basso! Finora nessuno è andato in pensione con il calcolo contributivo 'secco' e quindi non si è ancora toccato con mano l'effetto devastante di un assegno che per coloro che percepiscono uno stipendio di 1.500 euro al mese si aggirerebbe intorno agli 800 euro. Insomma, lavorare tutta una vita 'in regola' per poi andare a prendere una pensione di cittadinanza? No, così non può e non dovrà essere.

2 commenti:

  1. percepisco la pensione di anzianità dal 2011, calcolato con il misto. se fosse stata con il contributivo sarebbe stata
    piu' alta. calcolata con indicizzazione più, basse, con
    l'adeguamento della vita, ho preso solo fregature. è ingiustizia secondo voi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai! E pensare che la grande 'sola' arriverà per tutti noi quando fra vent'anni andremo in pensione con quattro soldi!

      Elimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

ULTIMI ARTICOLI PUBBLICATI