lunedì 12 novembre 2018

Referendum Atac, manca il quorum. A Roma bus e metro restano pubblici.

di Redazione. I romani vogliono che i mezzi di trasporto della capitale rimangano "pubblici", ma che funzionino bene!
Il referendum per la messa a gara di Atac non raggiunge il quorum del 33,3%, necessario secondo il Campidoglio per la sua validità. Alla consultazione promossa dai Radicali, che comunque ha visto vincere largamente i Sì alla privatizzazione del trasporto pubblico romano (74-75%), hanno partecipato 'appena' il 16,3% degli aventi diritto. ". I Romani vogliono resti pubblica. Ora impegno e sprint finale per rilanciarla con acquisto 600 nuovi bus, corsie preferenziali, più controlli, riammodernamento metro. Attenzione e rispetto per tutti i votanti.", esulta la sindaca Virginia Raggi parlando della municipalizzata che oggi gestisce i trasporti in house. Ma la questione è destinata a non finire qui. Infatti, c'è la questione quorum. I Radicali, promotori del referendum, annunciano un ricorso al Tar: "Il Campidoglio ha tolto il quorum per i referendum lo stesso giorno in cui ha indetto questo. A nostro avviso il quorum non c'è, quindi impugneremo la questione davanti al Tar". Dal 'Comitato Sì' denunciano, inoltre, problemi ai seggi nella giornata di domenica.

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)


PER LA TUA PUBBLICITÀ SU FREESKIPPER ITALIA

CONTATTACI PER LA TUA PUBBLICITÀ

Nome

Email *

Messaggio *