24 dicembre 2018

Più povertà per tutti, fatto!

di Redazione. Dopo "la balconata" dell'"abbiamo sconfitto la povertà", qualche giorno fa Luigi Di Maio ha postato un elenco con i presunti successi del suo governo, ognuno seguito dalla spunta "FATTO"!
Ma "fatto" che cosa?
Fatto che da oggi siamo tutti più poveri, grazie ad una legge finanziaria che ha decretato un livellamento verso il basso degli italiani che campano di stipendio e di pensione, con un assistenzialismo di Stato che di fatto, questo sì, pretende di pagare con i denari di chi lavora coloro che, invece, non lavorano o lavorano in nero e quanti non hanno mai versato un soldo di contributi previdenziali.

Insomma, ci vogliono tutti più poveri.
Oggi come oggi, infatti, chi sgobba dalla mattina alla sera e chi dopo una vita di contributi si accinge ad andare in pensione con quota 100 porta a casa un assegno del tutto simile ad un reddito e ad una pensione di cittadinanza!
Questo governo non elimina la povertà, ma la aumenta!
Dacchè non si riduce il numero di poveri creando altri poveri, non si aiutano i disoccupati e il meridione d'Italia con provvedimenti tampone, che tra l'altro non potranno essere estesi a tutta la platea dei presunti aventi diritto, nè perpetrati negli anni a venire.
Reddito e pensione di cittadinanza non potranno che inguaiare ancora di più quella parte del Paese che, invece, avrebbe bisogno di lavoro vero, e andranno per giunta ad impoverire ulteriormente quel che resta del ceto medio.
Il lavoro non si crea per decreto, sperperando i sacrifici della gente per bene che paga fino all'ultimo centesimo di tasse.
Il lavoro, quello vero, lo si crea investendo in infrastrutture, riducendo il cuneo fiscale e stanando gli evasori.
Questo governo, invece, fa tutto l'esatto contrario!

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)